Ulteriori informazioni sulla nostra risposta al Covid-19.

Scopri di più
Ricerche recenti
Cancella

Attrazioni di Akureyri

Categoria

Godafoss
star-5
395

Spesso considerata una delle cascate più spettacolari in Islanda, Godafoss (che si traduce in "Cascata degli dei") precipita nel fiume Skjálfandafljót che solca il campo di lava di Bárdardalur. Si trova lungo la "tangenziale" e conduce all'altopiano dello Sprengisandur, incastonato tra i ghiacciai Hofsjökull e Vatnajökull.

Scopri di più
Dettifoss
star-5
310
1 tour e attività

Lasciati stupire dall'incredibile forza naturale esposta a Dettifoss, la cascata più potente d'Europa e una delle attrazioni più straordinarie dell'Islanda. Far cadere circa 132.000 galloni (500 metri cubi) di acqua al secondo 148 piedi (45 metri) lungo il canyon Jökulsárgljúfur, Dettifoss è una tappa obbligata per i visitatori dell'Islanda settentrionale.

Scopri di più
Bagni naturali di Mývatn
star-5
286

Le sorgenti termali naturali islandesi, alimentate dall'attività vulcanica e disseminate in tutto il paese, sono famose in tutto il mondo. La più famosa è la Laguna Blu, ma è quasi sempre affollata di escursionisti della vicina Reykjavik. I bagni naturali di Myvatn, d'altra parte, rimangono una sacca di tranquillità, nascosti nel nord meno visitato.

Scopri di più
Dimmuborgir
star-5
344

Dimmuborgir ("i castelli oscuri" in islandese) è un campo di lava surreale, dalla forma insolita, composto da grotte vulcaniche e formazioni rocciose che ricordano un'antica cittadella crollata. È spesso citato come uno dei paesaggi naturali più sorprendenti in un paese pieno di scene eccezionali - questo sta dicendo qualcosa. Di conseguenza è una delle attrazioni più visitate dell'Islanda.

Sebbene Dimmuborgir abbia recentemente guadagnato popolarità in tutto il mondo dopo essere stato presentato nell'acclamato programma televisivoGames of Thrones , è stato a lungo parte del folklore islandese. Si dice che Dimmuborgir sia la casa del troll omicida Grýla, di suo marito Leppalúði e dei loro dispettosi figli Yule Lads; la storia di questa famiglia psicopatica è stata raccontata ai bambini islandesi da secoli come mezzo per indurli a comportarsi bene.

Inoltre, il folklore islandese dice che Dimmuborgir collega la terra con le regioni infernali e si dice che sia il luogo stesso in cui Satana sbarcò quando fu scacciato dal cielo. Ma contrariamente alle credenze popolari, l'area di Dimmuborgir non è nata dall'intervento divino; la scienza ha una spiegazione più plausibile. Si è formato circa 2.300 anni fa durante un'eruzione del vulcano causata dalla fila del cratere Þrengslaborgir. La lava ha iniziato a scorrere nell'area, formando un'enorme pozza di lava e portando l'acqua dalle paludi vicine a ebollizione. Il vapore risultante da questa reazione chimica ha creato pilastri di lava che misuravano fino a pochi metri di diametro. Ma alla fine la crosta superiore del serbatoio è crollata sotto il peso della lava, lasciando miracolosamente i pilastri cavi che vediamo oggi completamente intatti.

Scopri di più
Parco nazionale di Vatnajokull
star-5
3063
10 tour e attività

Istituito nel 2008 dalla combinazione degli ex parchi nazionali islandesi di Jokulsargljufur e Skaftafell, il Parco nazionale di Vatnajokull è uno dei parchi nazionali più grandi d'Europa. Presenta scenari incredibilmente diversi e drammatici tra cui altipiani glaciali, vulcani attivi, imponenti calotte glaciali, spiagge di sabbia nera e terreno ribollente di attività geotermica. Il parco è dominato dal ghiacciaio Vatnajokull, il terzo ghiacciaio più grande d'Europa, e contiene la montagna più alta dell'Islanda (Oraefajokull) e il lago più profondo (Jokulsarlon).

Scopri di più
Lago Mývatn
star-5
145

Formato da una massiccia eruzione vulcanica più di due millenni fa e circondato da surreali formazioni di lava, pozze di fango, crateri vulcanici e fumarole fumanti, il lago Mývatn rimane geotermicamente attivo. Il nome del lago deriva dai moscerini brulicanti che alimentano la popolazione di uccelli locale.

Scopri di più
Hverir
star-5
135

Con le sue pozze di fango gorgoglianti, le prese d'aria sibilanti e le piume di roccia vulcanica, è facile capire perché l'area geotermica di Hverir sia stata scelta come location per le riprese diGame of Thrones della HBO . È uno spettacolo affascinante, con il terreno butterato che ribolle di fango grigio argento e fumarole fumanti, e il fetore di zolfo onnipresente.

Scopri di più
Ásbyrgi Canyon
star-5
20

Essendo uno dei punti salienti del Diamond Circle, Ásbyrgi Canyon non delude. La depressione a forma di ferro di cavallo fa tecnicamente parte del Parco Nazionale del Vatnajökull (il più grande d'Europa) e misura circa 3,5 chilometri di lunghezza, 1,1 km di diametro e fino a 100 metri di altezza nelle sue scogliere più ripide. Ciò che rende questo canyon così unico, però, sono le caratteristiche formazioni rocciose presenti in oltre metà della sua lunghezza, divise al centro da un pezzo alto 25 metri chiamato Eyjan ("l'isola"), che offre viste spettacolari agli escursionisti curiosi e ai visitatori giornalieri .

Coloro che preferiscono rimanere lungo il canyon apprezzeranno le passeggiate nel bosco tipicamente islandese, costituito da arbusti alti fino al ginocchio, betulle e salici. Il canyon è stato in realtà formato da una catastrofica inondazione glaciale del fiume Jökulsá dopo l'ultima era glaciale - circa 10.000 anni fa - risultante da un'eruzione vulcanica sotto la calotta glaciale del Vatnajökull. Almeno, secondo la scienza; Il folklore islandese ha una visione diversa di questa storia. La leggenda narra che il canyon sia stato formato dall'impronta dello zoccolo del destriero di Odino (il padre di tutti gli dei nordici), un colossale cavallo a otto zampe, il che spiega sia la strana forma che le dimensioni del canyon.

Il canyon Ásbyrgi fa la guardia al canyon Jokulsa e custodisce numerose meraviglie come le formazioni rocciose di Hljoðaklettar, il possente Dettifoss e persino interi villaggi di persone nascoste, la versione islandese degli elfi. Si possono anche vedere alcune volpi artiche, girfalchi, pernici bianche e alzavole dalle ali verdi.

Scopri di più
Chiesa di Akureyri (Akureyrarkirkja)
star-5
4

Con la sua facciata futuristica che incombe sulla città, la chiesa di Akureyri (Akureyrarkirkja) in cima alla collina è uno dei monumenti più suggestivi di Akureyri. La chiesa luterana non è solo un luogo di culto, ma una meraviglia architettonica, progettata dall'architetto statale islandese Guðjón Samúelsson, i cui audaci progetti includono la Hallgrímskirkja a Reykjavík.

Scopri di più
Lofthellir
star-5
3

Formata oltre 3.500 anni fa, l'antica grotta di lava di Lofthellir ospita alcune delle formazioni di ghiaccio naturali più impressionanti dell'Islanda. Estendendosi per 1.213 piedi (370 metri) sotto il campo di lava di Laxardalshraun, il tubo di lava ha il suo microclima, con temperature di 32 ° F (0 ° C), e la visita è di per sé un'avventura.

Scopri di più

Altre attività a Akureyri

Giardino botanico di Akureyri (Lystigardur Akureyrar)

Giardino botanico di Akureyri (Lystigardur Akureyrar)

Il giardino più famoso dell'Islanda e il giardino botanico più settentrionale del mondo, Lystigardur Akureyrar - o Akureyri Botanical Garden - sfida la sua vicinanza al circolo polare artico coltivando alberi, piante e fiori da tutto il mondo.

Scopri di più
Gjastykki

Gjastykki

Nell'estremo nord dell'Islanda, gli straordinari paesaggi naturali di Gjástykki sono tra i più suggestivi della regione. Scavata da una serie di eruzioni del vicino vulcano Krafla, la Rift Valley presenta pareti di roccia lavica alte 20 metri e valli di scorie multicolori, ancora calde per l'attività vulcanica.

Scopri di più
Museo dell'aviazione islandese

Museo dell'aviazione islandese

Che tu sia un appassionato di aviazione o semplicemente cerchi qualcosa di unico da fare, il Museo dell'aviazione islandese è uno dei musei più impressionanti di Akureyri. Situato in un grande hangar all'aeroporto di Akureyri, le mostre del museo si estendono su oltre 2.200 metri quadrati, con una variegata collezione di aerei grandi e piccoli, fotografie, artefatti e cimeli di volo.

Da quando ha aperto i battenti nel 2000, il Museo dell'aviazione si è dedicato a preservare la storia dell'aviazione islandese, documentando momenti chiave come il primo volo del paese nel 1919 e il primo volo passeggeri di linea, che è arrivato ad Akureyri da Reykjavík nel 1928. I punti salienti includono un restaurato Elicottero della guardia costiera, il primo aliante costruito ad Akureyri nel 1937 e resti di un aereo britannico della seconda guerra mondiale, precipitato ad Akureyri durante la guerra. Il Museo dell'aviazione islandese ospita anche un weekend di volo annuale ogni estate, con la competizione nazionale di acrobazia islandese.

Scopri di più
Museo Akureyri (Minjasafnid á Akureyri)

Museo Akureyri (Minjasafnid á Akureyri)

L'omonimo museo della città si concentra sulla storia di Akureyri, sul fiordo di Eyjafjörður e sugli antichi abitanti della regione, esponendo una considerevole collezione di arte, manufatti e fotografie risalenti all'epoca degli insediamenti. Attraverso mostre permanenti come "Eyjafjorður from Early Times" e "Akureyri - the Town on the Bay", il museo accompagna i visitatori in un viaggio attraverso l'età vichinga e il Medioevo, con una serie di ricostruzioni che rappresentano la vita quotidiana nel corso dei secoli.

Un altro momento clou è la mostra sull'aurora boreale, che rivela molti dei misteri della famosa Aurora Boreale, insieme a una serie di opere evocative del pittore danese Harald Viggo Moltke e del fotografo Gísli Kristinsson. Fa parte del Museo Akureyri anche la Casa Nonni, la casa d'infanzia dello scrittore Jón Sveinsson; una chiesa del XIX secolo; e l'Antica Fattoria Laufás, una tradizionale masseria ristrutturata risalente al primo insediamento.

Scopri di più
Dalvik

Dalvik

Sede di poco più di 1.500 anime, "la baia della valle di Svarfaðardalur", come dice il suo nome islandese, si trova nella parte centro-settentrionale del paese nella splendida penisola di Tröllaskagi. Il piccolo insediamento è fiancheggiato da montagne spettacolari, formate da quello che si dice sia il fiordo più bello e più lungo dell'Islanda, Eyjafjörður. E grazie a questo paesaggio letteralmente mozzafiato, l'escursionismo è una delle attività più popolari della zona. Ci sono molti sentieri ben segnalati intorno al villaggio, che fornire costantemente una vista eccezionale sul fiordo.In alternativa, Dalvik è anche popolare tra gli sciatori alpini in gran parte a causa della famosa area sciistica di Böggvisstaðafjall.

E sebbene Dalvik sia un importante porto peschereccio, con la maggior parte dell'economia del comune basata sulla pesca e sulla lavorazione del pesce, il commercio dei viaggi è cresciuto costantemente negli ultimi due anni. In effetti, Dalvik è diventata un importante punto di partenza per molte spedizioni costiere nel Nord Atlantico, sia per l'osservazione delle balene, esperienze gastronomiche o per esplorare la remota isola di Grímsey, che si trova sul Circolo Polare Artico.

Scopri di più
Húsavík

Húsavík

Sebbene sia uno dei principali insediamenti nel nord dell'Islanda, Húsavík ospita solo 2.500 abitanti. Tuttavia, è considerata la capitale del paese per l'osservazione delle balene, poiché gli immensi mammiferi sono visti in circa il 95% delle spedizioni. Seduto sulla sponda orientale della baia di Skjálfand ("la baia traballante", a causa dei frequenti terremoti nella zona), Húsavík ha svolto un ruolo significativo nella storia islandese, poiché è il primo luogo in cui si stabilì un norvegese, un vichingo svedese Garðar Svavarssonb; rimase per un inverno intorno all'anno 870 e lasciò indietro alcuni dei suoi mentre intraprendeva un nuovo viaggio. È proprio qui che la città ha preso il nome, che significa "baia delle case" in islandese, poiché gli alloggi costruiti da Garðar erano probabilmente gli unici del paese in quel momento.

Le attrazioni di Húsavík includono, non sorprende, il Museo delle balene (Hafnarstétt 1, Húsavík), un'organizzazione senza scopo di lucro che mira a fornire ai visitatori informazioni complete e pertinenti sulle balene e sul loro habitat. In cima alla lista delle cose da fare c'è anche la pittoresca chiesa in legno Húsavíkurkirkja, costruita nel 1907. Il vicino Parco Jökulsárgljúfur (parte del Parco Nazionale Vatnajökull, il più grande d'Europa) e il suo Circolo dei Diamanti rappresentano entrambi un'affascinante gita di un giorno destinazione, con meraviglie come il canyon a forma di ferro di cavallo Ásbyrgi, le case di torba a Grenjaðarstaðu e le famose cascate Dettifoss (le più potenti d'Europa a 6.816 piedi cubi al secondo), Hafragilsfoss e Selfoss.

Scopri di più
Penisola di Tjörnes

Penisola di Tjörnes

Stretta tra i fiordi Öxarfjörður e Skjálfandi, la penisola di Tjörnes potrebbe essere riassunta in due parole: uccelli e fossili. In effetti, la penisola è famosa per la sua insolitamente numerosa popolazione di selvaggina per pernice bianca, le sue colonie di ricercate pulcinelle di mare e una vasta

selezione di altri uccelli marini come piovanelli viola, dunlin, nodi rossi e tornanti rubicondi, che nidificano sulle ripide scogliere lungo la costa orientale in primavera e in autunno. La penisola di Tjörnes contiene numerosi sedimenti ricchi di fossili dell'era pliocenica, che risalgono a oltre 5 milioni di anni fa. In opposizione alla maggior parte dei paesaggi islandesi, che sono di tipo lavico vulcanico, il Tjörnes è sedimentario e consiste di diversi strati di depositi organici.

Sono la prova vivente che i poli della Terra hanno cambiato posizione più volte e sono i principali testimoni dei cambiamenti climatici attualmente in atto nel Nord Atlantico. Gli appassionati di archeologia dovrebbero assolutamente visitare il Museo dei Fossili di Hallbjarnarstaðir e guidare lungo la ripida strada sterrata lungo la spiaggia per avere la possibilità di essere archeologi per un giorno!

Lontano dagli uccelli e dai fossili si trova la Tjornes Fracture Zone, un vulcano sottomarino situato a 10 chilometri a nord della terraferma, che separa la zona di alta attività sismica di 80 chilometri nel nord dell'Islanda dalla dorsale Kolbeinsey, parte del Medio Atlantico Cresta.

Scopri di più
Brunir cavallo

Brunir cavallo

Brunir Horse è una piccola azienda a conduzione familiare con sede in una fattoria a Eyjafjordur, nel nord dell'Islanda. Appassionata di allevamento di cavalli, la famiglia ha aperto la sua fattoria ai visitatori che desideravano conoscere il cavallo islandese e la vita quotidiana in una fattoria islandese. Assisti a uno spettacolo di cavalli, quindi sfoglia la galleria d'arte in loco.

Scopri di più

icon_solid_phone
Prenota online o chiama
39 19 924 1489
39 19 924 1489