Ricerche recenti
Cancella

Per contenere la diffusione del coronavirus, le attrazioni potrebbero essere chiuse o osservare periodi di chiusura parziale. Consulta i consigli per viaggiare sicuri del governo prima di prenotare. L'OMS sta monitorando attentamente la situazione; ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Attrazioni di Cracovia

Categoria

Kazimierz (Krakow Jewish Quarter)
star-5
5
105 tour e attività

Kazimierz, o quartiere ebraico, è stato a lungo una città indipendente, con un proprio statuto comunale e leggi proprie. La sua storia, caratterizzata dalla popolazione mista ebraico-polacca, e la sua architettura ci regalano una chiara immagine del passato, evidenziando le zone, chiaramente distinguibili, cristiane ed ebraiche. Kazimierz è sede di importanti luoghi d’interesse come chiese, sinagoghe e musei.

La parte occidentale del quartiere era tradizionalmente cattolica e, anche se molti ebrei vi si stabilirono a partire dal XIX secolo fino alla Seconda guerra mondiale, esso conserva molto del suo carattere originale. La zona ebraica di Kazimierz è diventata nel corso dei secoli un centro di cultura ebraica che non ha eguali in tutta la Polonia.

Scopri di più
Ghetto Heroes Square (Plac Bohaterów Getta)
star-4.5
71
39 tour e attività

Nel marzo del 1941 migliaia di ebrei di Cracovia vennero forzatamente trasferiti e rinchiusi all'interno del ghetto di Podgórze, a sud di Kazimierz. Plac Zgody, una grande piazza nel cuore del ghetto, fu il punto di partenza, durante la Seconda guerra mondiale, per gli ebrei che venivano ammassati nei treni per Paszów, Auschwitz ed altri campi di concentramento. Da allora il luogo è stato rinominato Piazza degli Eroi del Ghetto, in onore dei deportati.

Oggi tutta la piazza funge da memoriale per gli ebrei di Cracovia. Progettato dagli architetti locali Piotr Lewicki e Kazimierz Latak, il memoriale si compone di settanta sedie vuote disposte a intervalli regolari in uno spazio aperto: un ricordo agghiacciante di mobili, bagagli e altri oggetti personali che hanno disseminato la piazza dopo le deportazioni finali e la demolizione del ghetto fra il 1942 e il 1943.

Scopri di più
Oskar Schindler's Factory (Fabryka Schindlera)
star-4
19
63 tour e attività

Oskar Schindler era un cittadino tedesco che aveva impiegato centinaia di ebrei nella sua fabbrica di oggetti smaltati a Cracovia, e salvò molte vite. Alla sua storia è dedicato il film di Steven Spielberg Schindler's List. Da giugno 2010, la vecchia fabbrica di Schindler ospita una mostra permanente interattiva e altamente emotiva, sull’occupazione nazista di Cracovia.

Potrai vedere da vicino gli orrori del regime nazista, dai primi dissapori tra polacchi e tedeschi, fino al genocidio di massa degli ebrei e dei polacchi nei campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau. La mostra in 3-D "Cracovia sotto l’Occupazione nazista 1939-1945" mostra le atrocità ripetute, la deportazione di 3.000 ebrei dal ghetto Podgorze, nel 1943, e gli ultimi giorni della guerra.

Scopri di più
Eagle Pharmacy (Apteka pod Orlem)
17 tour e attività

La farmacia di Tadeusz Pankiewicz, nel cuore di Podgórze, rimase aperta senza intoppi fino al 1941, fino a quando i nazisti isolarono la zona circostante e crearono un ghetto per la comunità ebraica. A Pankiewicz venne data la possibilità di spostare la farmacia nella parte ariana della città, ma egli scelse di rimanere nel ghetto per continuare a dispensare farmaci ai residenti e ad aiutarli anche ad ingannare la Gestapo.

Per esempio, molti residenti usavano le tinte per capelli in modo da mascherare la loro identità, o somministravano tranquillanti ai bambini per calmarli durante le incursion aeree. La farmacia venne spesso utilizzata come rifugio dagli stessi ebrei per scampare alla deportazione nei campi di concentramento. La farmacia ora fa parte del Museo Storico di Cracovia ed è stata riportata al suo aspetto originario, come in tempo di guerra. Mostre multimediali e vari manufatti, così come numerose testimonianze di sopravvissuti all'Olocausto, informano sulle reali condizioni di vita nel ghetto.

Scopri di più
Wawel Cathedral (Katedra Wawelska)
star-4.5
4
60 tour e attività

La Cattedrale di Wawel ha testimoniato le avvenute incoronazioni, i funerali e le sepolture di monarchi e di uomini importanti della Polonia nel corso dei secoli. Passeggiare tra i grandiosi monumenti funerari e sarcofagi reali è come fare un tuffo nel passato rivivendo la storia polacca. La Cattedrale è al tempo stesso uno straordinario successo artistico e spirituale della Polonia. L'edificio che ora vediamo, consacrato nel 1364, è il terzo costruito sullo stesso luogo.

La prima cattedrale fu fondata poco dopo la fine del primo millennio dal re Boleslao Chrobry, in seguito sostituita dalla più grande costruzione romanica nel 1140. Dopo l’incendio del 1305, solamente la cripta di San Leonardo si salvò. L'attuale cattedrale è fondamentalmente una struttura gotica con cappelle di stili diversi costruite in seguito. Prima di entrare, noterete la massiccia porta di ferro e, appese su una catena a sinistra, enormi ossa di animali preistorici.

Scopri di più
Maly Rynek (Small Market Square)
20 tour e attività

Nascosta dietro le arcate della Basilica di Santa Maria, il Maly Rynek è il fratello minore di Rynek Glowny, la piazza principale di Cracovia, altrettanto bella, ma meno affollata. La piazza, di forma allungata, è fiancheggiata da palazzi dai colori tenui come il verde e il giallo, alcuni con abbellimenti barocchi risalenti al XVII secolo.

Alle spalle della piazza si trova la chiesa di Santa Barbara, caratterizzata da un'abside di colore rosso e risalente ai primi anni del XIV secolo, per centinaia di anni la chiesa dei Gesuiti di Cracovia, con un interno gotico e barocco. In essa sono custodite rare icone e una scultura raffigurante Cristo nel Giardino del Getsemani.

Scopri di più
Cloth Hall (Sukiennice)
star-5
1
67 tour e attività

L'edificio più importante della piazza principale di Cracovia, il Palazzo dei Tessuti, risale a circa 800 anni fa ed in origine venne costruito per ospitare i commercianti tessili locali. Dalla sua nascita, come piccolo mercato all'aperto, ha fatto passi da gigante, mostrando una sala in stile rinascimentale di 108 metri di lunghezza!

Tuttora ospita il più grande e ben fornito mercato di souvenir di Cracovia, con bancarelle al piano terra che vendono uova colorate, dipinti, gioielli di ambra, burattini di legno e prodotti biologici. La sala è magnificamente illuminata di notte. Il primo piano del Palazzo è sede dell’affascinante e rinnovata Galleria d’Arte Polacca del XIX secolo. Riaperta nel 2010, in seguito ad un restauro completo, mostra bellissimi dipinti in eleganti saloni rinascimentali. I quadri più importanti sono le due imponenti opere satiriche dell’artista polacco nazionalista Jan Matejko.

Scopri di più
Great Barbican
star-4.5
24
47 tour e attività

Nel 1499 Cracovia era una città ricca sotto costante minaccia di attacco, soprattutto da parte degli Ottomani e così ben presto si iniziò la fortificazione della città. Il Barbican, una massiccia torre di difesa con sette guglie, in passato rappresentava l’ingresso principale alla città, mentre oggi sembra l’ingresso a un castello delle fiabe.

La porta ufficiale per entrare a Cracovia era quella di San Floriano, collegata al Barbican tramite un passaggio al coperto, ma la massiccia torre e gli annessi fossati e le mura sono stati il primo luogo di ingresso nel Medioevo. Ancora oggi si entra nella città vecchia attraverso l'imponente Barbican.

Scopri di più
Jagiellonian University (Uniwersytet Jagielloński)
36 tour e attività

Fondata nel 1364, l’Università Jagellonica è la seconda più antica dell’Europa centrale. Sopravvissuta alla celebrazione del suo 650° Giubileo nel 2014, la sua è stata tuttavia una storia turbolenta. Dopo il breve periodo negativo nel 1370, vi fu la ripresa nel 1400 e nei primi anni del XVI secolo; ebbe quindi il suo periodo d'oro durante il Rinascimento. Tuttavia, il prestigio dell'Università alla fine venne meno in seguito al peggioramento della situazione politica della Polonia, in Europa, quando il Paese venne diviso più volte.

Dopo la sua quasi chiusura nel XIX secolo, l'Università raggiunse importanti risultati scientifici. Venne presa di mira in seguito dai nazisti che inviarono decine di docenti nei campi di concentramento, con conseguente distruzione di biblioteche e laboratori. La Jagellonica continuò a soffrire ancora sotto il comunismo e solo quando il regime si concluse nel 1989 l'Università cominciò a rifiorire. Oggi è considerata una delle migliori università d’Europa.

Scopri di più
Remuh Synagogue (Synagoga Remuh)
27 tour e attività

La Sinagoga Remuh, la più piccola delle storiche sinagoghe del quartiere Kazimierz, a Cracovia, fu costruita dall’israeliano Ben Josef in memoria di suo figlio, il rabbino Mosè Isserles. La comunità ebraica cominciò a frequentare la sinagoga nel 1558, una delle due, presenti in città, che ha accanto il cimitero rinascimentale ebraico meglio conservato di tutta l'Europa. Qui è sepolto il rabbino Moses Isserles.

Come molti edifici religiosi di Cracovia, anche la Sinagoga Remuh venne usata come magazzino dai tedeschi durante la Seconda Guerra Mondiale e poi saccheggiata dei suoi oggetti e arredi cerimoniali; fortunatamente l'edificio in sé è rimasto intatto. Il cimitero ospita alcune delle lapidi più antiche della Polonia.

Scopri di più

Altre attività a Cracovia

Archdiocesan Museum (Muzeum Archidiecezjalne w Krakowie)

Museo Arcidiocesano

5 tour e attività

Il Museo Arcidiocesano del cardinale Karol Wojtyla fu fondato nel 1905, e aperto al pubblico solo nel 1994; nato per diffondere tra la gente la conoscenza del patrimonio artistico della diocesi di Cracovia. Gli edifici al numero 19 e 21 di via Kanonicza, che oggi ospitano il Museo, risalgono alla fine del XIV secolo e qui sono conservate più di seicento opere d'arte, esposte in sedici sale.

Papa Giovanni Paolo II, al secolo Karol Wojtyla, vi risiedeva in passato, quando ancora era un giovane prete e successivamente arcivescovo di Cracovia. Il museo gli è stato dedicato nel 2005 e i visitatori hanno la possibilità di vedere la stanza dove egli ha vissuto dal 1958 al 1967, così come molti dei suoi effetti personali, tra cui i suoi sci. Al Museo è esposta una grande varietà di arte sacra che va dal XIII al XVIII secolo, tra cui manufatti religiosi, sculture e dipinti. Vi sono anche i regali fatti all'Arcivescovo da vari capi di Stato stranieri e diversi mobili del 1905.

Scopri di più
Krakow Old Town (Kraków Stare Miasto)

Centro Storico di Cracovia

star-4
1
37 tour e attività

La piazza principale di Cracovia è la più grande dell'Europa centrale ed è da sempre il centro della vita sociale, religiosa e politica della città. Sempre dominata dalle splendide arcate rinascimentali del Palazzo del Tessuto, dalla Basilica di Santa Maria e da una importante presenza di caffè e bar. Dalla piazza si dirama una serie di vicoli medievali in varie direzioni.

Il centro storico ospita chiese barocche, incredibili esempi di architettura gotica, rinascimentale e barocca, così come i venticinque musei che spaziano dalla storia alle scienze, all’archeologia, alla fotografia e a tanto altro ancora. Le migliori collezioni storiche si trovano nel Museo Nazionale e nel Rynek, situato sotto il Palazzo del Tessuto.

Scopri di più
Old Synagogue (Stara Synagoga)

Vecchia Sinagoga

26 tour e attività

Costruita nel corso del XV secolo, mescolando stili architettonici diversi, gotico tedesco e boemo, la vecchia sinagoga, Stara Synagoga, è la più antica rimasta della Polonia. Ricostruita nel 1570 sotto la direzione dell'architetto italiano Matteo Gucci, che le ha conferito un’ estetica rinascimentale, è stata successivamente rinnovata più volte nel XX secolo.

Durante la Seconda guerra mondiale i tedeschi si appropriarono della costruzione e la usarono come magazzino, per cui vennero distrutti gli arredi e il soffitto. Ad oggi la sinagoga ospita il museo ebraico. La collezione comprende oggetti ebraici da cerimonia, tende Ark, ornamenti della Torah e oggetti artigianali; non manca una mostra permanente sulla vita delle famiglie.

Scopri di più
Planty Park

Parco Planty

25 tour e attività

Circondando il centro storico di Cracovia, il Parco Planty si estende per circa 4 km e copre 21 ettari. Fu inaugurato nel XIX secolo per rimpiazzare le vecchie mura della città dopo essere state distrutte. Il parco è un insieme di giardini progettati in stili diversi, collegati da passerelle e prati con un’ampia varietà di fontane e sculture. Passeggiando per il Parco è come camminare attraverso la storia di Cracovia.

Attraverserete un piccolo segmento delle vecchie mura, così come la porta di San Floriano, in stile gotico, del XIII secolo, e il Barbakan, una fortezza difensiva al 1499. Altri punti di riferimento importanti sono un convento carmelitano, in passato usato come prigione austriaca, il palazzo vescovile del XVII secolo, dalla cui finestra Papa Giovanni Paolo II salutava gli abitanti di Cracovia, e la Chiesa della Madre di Dio, del 1635.

Scopri di più
Krakow Ethnographic Museum (Muzeum Etnograficzne w Krakowie)

Museo Etnografico di Cracovia

7 tour e attività

Situato nel movimentato quartiere di Kazimierz, all’interno di quello che una volta era il Municipio di Cracovia, di per sé un capolavoro rinascimentale di colore chiaro, si trova il Museo Etnografico che, per la sua importanza, dovrebbe essere visitato da tutti! Il Museo ripercorre la storia e la cultura della Polonia rurale nel corso dei secoli, mostrando ricostruzioni dettagliate delle stanze dei contadini del XIX secolo, aule scolastiche e cucine.

Espone anche una bella collezione di strumenti musicali tradizionali, costumi colorati e utensili usati per lavorare il cuoio, creare sculture in legno e per l'agricoltura. Il punto culminante della visita, tuttavia, riguarda i presepi riccamente decorati, chiamati “szopki”, che sono tradizionalmente dipinti di rosso, verde e oro.

Scopri di più
Cricoteka (Centre for the Documentation of the Art of Tadeusz Kantor)

Cricoteka

6 tour e attività

Il Cricoteka a Cracovia è uno spazio multimediale che comprende un teatro, sale espositive ed una libreria dedicati ad un bizzarro marchio di teatro sperimentale; l'uomo che lo creò nel 1955 era il regista d’avanguardia e controverso drammaturgo, nonché designer ed artista, Tadeusz Kantor. Una volta entrati nel museo camminerete attraverso bizzarre scenografie teatrali con manichini spettrali, marionette e costumi in esposizione.

Una galleria mostra i lavori di Kantor ad Ulica Sienna, che ospitava la sua compagnia teatrale Cricot 2, così come frequenti mostre temporanee di arte, ispirate alle sue idee. Visitando la Cricoteka si osserva il lato più contemporaneo di Cracovia, grazie alla sua architettura, come una ex centrale elettrica trasformata in spazio espositivo, con un esterno in metallo e vetro scuro, dal quale si ha una bellissima vista panoramica sulla città e sul fiume Vistola.

Scopri di più
National Museum

Museo Nazionale

6 tour e attività

Il più grande museo di Cracovia, il Museo Nazionale, è in realtà la parte più importante del Museo Nazionale della Polonia. Solo Cracovia ospita più di ventuno dipartimenti, dodici laboratori, due biblioteche e undici gallerie, ognuno di essi diviso per sezioni, per periodi diversi, per un totale di oltre 780.000 opere.

Il Museo venne inaugurato dopo che Henryk Siemiradzki, uno dei pittori più celebri della Polonia, donò una delle sue opere alla città. Subito dopo centinaia di altri artisti e collezionisti iniziarono a fare la stessa cosa, costringendo la città ad adottare una soluzione per ospitare questa preziosa collezione. Con la nascita del Museo, il governo polacco ha voluto promuovere le conquiste della comunità artistica di Cracovia e le Belle Arti, disponibile per gli abitanti della Polonia e per le migliaia di visitatori.

Scopri di più
Hipolit House (Kamienica Hipolitów)

Casa Hipolit

6 tour e attività

La Casa Hipolit è sede del Museo Storico della Città di Cracovia e conserva gli interni delle tipiche case della città dal XVII al XIX secolo. L'esterno dell'edificio presenta una grande facciata con un’ampia entrata centrale. Una stretta scala porta a visitare i piani superiori della casa a tre piani.

Al primo piano potrai ammirare decorazioni a stucco ben conservate, eseguite da Baldassare Fontana alla fine del XVII secolo. L'esposizione permanente, Bourgeois House, mostra come gli interni delle case siano cambiati nel corso dei secoli, in particolare dal XVII al XIX secolo. Visitando la casa ti farai un’idea di come vivevano i cittadini ricchi di Cracovia. Mobili, dipinti, tessuti, decorazioni, orologi e una varietà di altri oggetti mostrano come gli abitanti arredavano le loro case.

Scopri di più
Jan Matejko House (Dom Jana Matejki)

Casa di Jan Matejko

6 tour e attività

Benvenuti nell'universo di Jan Matejko! Il famoso artista, annoverato tra i più conosciuti pittori polacchi, è celebre per le sue raffigurazioni vivide di eventi politici e militari, ispirati alla storia polacca. Alcune delle sue opere più famose comprendono la Battaglia di Grunwald, l’Unione di Lublino, Rejtan, alcuni ritratti di re polacchi, esposti in vari musei nazionali della Polonia.

La casa a tre piani è quella in cui il pittore lavorava e viveva, trasformata poi in museo biografico alla fine del 1800, poco dopo la sua morte. La casa è ancora abbellita da opere d'arte commissionate dallo stesso Matejko, di indubbio valore. Sono centinaia gli oggetti e i gingilli appartenuti all’artista, raccolti nel corso degli anni, che costituiscono la relativamente piccola, ma altamente significativa collezione.

Scopri di più
Józef Mehoffer House (Dom Józefa Mehoffera)

Casa Jozef Mehoffer

5 tour e attività

Spesso considerato come uno dei migliori artisti polacchi, Jozef Mehoffer (allievo di Jan Matejko) è stato un grande talento e grande artista del vetro colorato; le sue opere possono ora essere ammirate in numerose chiese sia di Cracovia che in tutta la Galizia. Questa è la casa in cui visse e lavorò fino alla sua morte nel 1946, insieme ad altri artisti del movimento Giovane Polonia, a cavallo del XX secolo.

La casa è ancora ammobilitata secondo il gusto Art déco dell’artista e conserva tesori giapponesi, bigiotteria, iconografie e opere d'arte impressioniste. Come tale, essa offre uno sguardo autentico sulla vita della classe borghese, al tempo. Le condizioni della casa sono tuttora ottimali e centinaia di cespugli di rose si trovano ancora nel giardino. Infatti la casa-museo di Jozef Mehoffer è nota per il suo incantevole giardino in cui si trova il Meho Café, uno dei luoghi segreti meglio custoditi di Cracovia.

Scopri di più
Archaeological Museum of Krakow (Muzeum Archeologiczne w Krakowie)

Museo Archeologico di Cracovia

5 tour e attività

Anche se non molto grande, il Museo Archeologico di Cracovia è piuttosto interessante. Ospita centinaia di reperti che offrono informazioni sulle antiche popolazioni che vivevano nell’Europa orientale, sulla mitologia slava di cui è particolarmente interessante la stele dedicata al dio Svetovit, monumento in pietra, dalle quattro facce, risalente al IX secolo, alto 2,57 metri, dal peso di 500 kg.

La collezione permanente consiste di due mostre principali: una dedicata alla Preistoria e l’altra al primo Medioevo e si concentrano sull’evoluzione dei cavernicoli di Neanderthal e sulla storia della Polonia medievale. Un’altra è dedicata alle divinità egizie. Vi è inoltre uno spazio riservato alle collezioni temporanee che nel corso degli anni si sono guadagnate un’importante reputazione per essere particolarmente interessanti.

Scopri di più
Galicia Jewish Museum

Museo Ebraico Galizia

5 tour e attività

Interamente dedicato a onorare le vittime dell'Olocausto e celebrare la cultura ebraica della ex regione austro-ungarica della Galizia attraverso fotografie, questo museo espone commoventi mostre che non ti lasceranno indifferente. Evidenzia il periodo in cui la Polonia vedeva il fiorire della comunità ebraica, scegliendo di concentrarsi su ciò che è stato e ciò che rimane, piuttosto che su quello che è stato annientato.

La mostra principale, chiamata Tracce di Memoria, presenta il lavoro del fotoreporter Chris Schwarz e raffigura ciò che rimane del patrimonio austro-ungarico attraverso fotografie di cimiteri, case, sinagoghe e altre strutture tuttora visibili, e che una volta erano il cuore della comunità ebraica della Galizia. Potrai assistere anche alle testimonianze video dei sopravvissuti alla tragedia. Inoltre, il museo ospita due o tre mostre temporanee, nonché concerti e altri eventi commemorativi.

Scopri di più
Nowa Huta

Nowa Huta

star-4.5
10
5 tour e attività

La repressione comunista si radicò in Polonia nel 1945, dopo la fine della Seconda guerra mondiale e durò fino al crollo della “cortina di ferro”, nel 1989. Durante questo periodo, a 10 km a est di Cracovia, nacque il sobborgo di Nowa Huta, completamente diverso dagli edifici fiabeschi del centro. Costruito come voleva la propaganda comunista per "ospitare la popolazione" in una città-giardino, è sorto ad una velocità allarmante.

All’ apice della sua edificazione, la zona ospitava 100.000 residenti, tra ampi viali, parchi pubblici e condomini, tutti progettati nello stile architettonico del realismo socialista. Infrangendo i piani, la città però non fu mai completata, e Nowa Huta diventò un focolaio di ribellione politica durante gli scioperi di Solidarnosc, dei primi anni ’80, quando iniziarono a ribellarsi gli operai dei cantieri navali di Danzica.

Scopri di più
Gallery of 19th-Century Polish Art (Galeria Sztuki Polskiej XIX Wieku w Sukiennicach)

Galleria d'Arte Polacca del XIX Secolo

5 tour e attività

La Galleria d'Arte Polacca del XIX secolo, situata all'interno del celebre Palazzo dei Tessuti, a Cracovia, si concentra sull'arte polacca del XIX secolo, con migliaia di dipinti e sculture, la più del mondo nel suo genere. Essendo prevalentemente composta da donazioni di collezionisti e artisti locali, la mostra è di dimensioni piuttosto ridotte rispetto alle altre gallerie nazionali, ma è comunque abbastanza significativa in termini di presentazione d’arte polacca.

Le varie opere del XIX secolo sono sparse in quattro sale a tema, ognuna con il nome di un importante artista polacco, riguardante un determinato periodo storico. Per esempio, la sala Bacciarelli è dedicata al periodo classico, rococò e persino agli ultimi pittori barocchi come lo stesso Bacciarelli, Grassi e Krafft, con una forte enfasi sulle raffigurazioni storiche e su scene di battaglie.

Scopri di più

icon_solid_phone
Prenota online o chiama
39 19 924 1489
39 19 924 1489