Ulteriori informazioni sulla nostra risposta al Covid-19.

Scopri di più
Ricerche recenti
Cancella
Cose da fare a Nuova Delhi

Cose da fare a  Nuova Delhi

Nuova Delhi ti dà il benvenuto

Un angolo del Triangolo d'Oro dell'India, che comprende anche Agra e Jaipur, Delhi è una pulsante proliferazione urbana di attrazioni vecchie e nuove, dove i visitatori trovano vestigia di antichi regni ed edifici di epoca coloniale che coesistono con segni di sviluppo moderno. La capitale dell'India ospita la moschea più grande del paese, Jama Masjid, così come il forte rosso vermiglio, lo straordinario tempio Baha'i Lotus e il colorato mercato Chandi Chowk. Oltre a mangiare come un locale, contrattare nei bazar o visitare i luoghi spirituali di Nuova e Vecchia Delhi, puoi usare la città come un perfetto punto di partenza per una gita di un giorno al Taj Mahal o al Rajasthan.

Le 10 migliori attrazioni a New Delhi

#1

India Gate

star-54’624
Progettato dall'architetto inglese Sir Edwin Lutyens, l'India Gate si trova al centro di New Delhi, in un’area molto trafficata, all’estremità di Rajpath. Il monumento, costruito nel 1931 su imitazione dell’ Arco di Trionfo, commemora i 90.000 soldati dell’esercito anglo-indiano uccisi durante la Prima Guerra Mondiale e la Terza Guerra Afgana.Un altro monumento, Amar Jyoti Jawan, è stato aggiunto all’India Gate nei primi anni ‘70 come omaggio ai militi ignoti in India, in particolare quelli deceduti nella guerra indo-pakistana nel 1971.Altro
#2

Qutub Minar

star-54’491
Lo splendido minareto risale all'inizio della dominazione islamica in India. Il Qutub Minar è una costruzione alta 73 metri, la cui torre venne iniziata nel 1193, subito dopo la caduta dell'ultimo regno indù a Delhi. Alla sua base vi è Quwwat ul-Islam Masjid, la prima moschea dell'India. La torre si compone di cinque piani distinti, ciascuno caratterizzato da un balcone aggettante, con dimensioni che vanno dai 15 metri di diametro alla base, per poi assottigliarsi a 2,5 metri nella parte superiore.I primi tre piani sono realizzati in arenaria rossa, il quarto e il quinto in marmo e pietra arenaria. Le scale interne della torre sono talmente ripide da far provare anche ai più coraggiosi un senso di vertigine e claustrofobia. Non sorprende che nel 1979, durante una visita da parte di una scolaresca, alcuni ragazzi precipitarono dal minareto. In seguito al grave incidente l'interno della torre venne chiuso al pubblico.Altro
#3

Tempio Bahá'í

star-52’909
Il Tempio Bahá'í, a Delhi, è uno degli edifici più visitati al mondo e attrae oltre 50 milioni di persone dalla sua apertura, avvenuta nel 1986. Conosciuto anche come il Tempio del Loto per la sua forma, il Tempio Bahá 'ì è aperto a tutti, a prescindere dal credo religioso.Qui non vengono fatte cerimonie né rituali e non possono venir suonati strumenti musicali. Inoltre non sono esposte immagini religiose. I templi Bahá'í presentano una forma circolare a nove lati come indicato nelle Scritture, ed assomigliano ad un fiore di loto. Bahá'í è una religione nata intorno al 1844 secondo cui si prova una sensazione mistica che unisce l'uomo a Dio, senza essere dettata da precise regole. Da qui nasce l’apertura ad altre forme di culto nei loro templi.Altro
#4

Forte Rosso di Delhi (Lal Qila)

star-53’761
Il Forte Rosso, di Delhi (o Lal Qila), è un enorme edificio di arenaria, Patrimomio dell’Umanità. In epoche passate, quando l’imperatore Shah Jahan usciva con i suoi uomini dal Forte, maestosamente seduto sopra un elefante, per raggiungere le strade di Delhi, egli non faceva altro che ostentare sfarzo e potere. Le mura del Forte sono lunghe 2 Km e variano in altezza: 18 metri sul lato del fiume e 33 metri sul lato della città. Shah Jahan iniziò la costruzione del Forte, che fu completato nel 1648, fin dal 1638.Shah Jahan non spostò la capitale da Agra nella nuova città di Shahjahanabad, a Delhi, perché fu imprigionato nel Forte di Agra dal figlio Aurangzeb. Il Forte di Delhi risale al periodo culminante del potere Mogol. Il loro regno a Delhi fu breve, tuttavia Aurangzeb fu il primo e l'ultimo grande imperatore Mogol a governare qui. Il fossato attorno al forte, di 10 metri di profondità, è privo di acqua dal 1857.Altro
#5

Jama Masjid

star-54’800
La splendida moschea Jama Masjid è la più grande dell’India e l’ultima opera architettonica dell’Imperatore Mughal Shah Jahan. La costruzione della moschea iniziò nel 1644, ma non fu completata fino al 1658. L’edificio dispone di tre porte, quattro torri angolari e due minareti di 40 metri d’altezza, ed è costruito con strisce verticali alternate di arenaria rossa e marmo bianco. Il punto di ingresso principale è l’entrata numero tre. Il cortile della moschea può contenere un massimo di venticinquemila persone.È possibile accedere al minareto sud (le donne devono essere accompagnate da un uomo e, a volte, non possono essere autorizzati neanche gli uomini non accompagnati) da cui poter godere di panorami mozzafiato. Dalla cima del minareto è possibile osservare buona parte delle opere che l'architetto Edwin Lutyens ha incorporato nel suo progetto di Nuova Delhi: Jama Masjid, Connaught Place e il Palazzo del Parlamento.Altro
#6

Chandni Chowk

star-53’514
Chandni Chowk è uno dei più antichi e frequentati mercati di Delhi, situato nella città vecchia fortificata, che ora è la Delhi moderna e centrale. Il suo nome deriva dal canale, lì accanto, le cui acque riflettevano la luce della luna. “Candii”, in lingua Hindi, signifca “chiaro di luna”. La strada era un ampio viale che correva tra le case dalla Porta di Lahore del Forte Rosso a Fatehpuri Masjid. La città murata fu realizzata nel 1650 dall'imperatore Mogol Shah Jahan, e comprende il Forte Rosso di Delhi.Ad ora la zona è molto trafficata, un incubo per gli automobilisti a causa dell’incessante vai e vieni. Qui si trova di tutto: dal cibo ai gioielli, dai libri alle scarpe, dai negozi di elettronica a quelli d’abbigliamento e a tanto altro ancora, tra i vicoli circostanti. Gli edifici lungo Chandni Chowk sono interessanti, e si nota volentieri la coesistenza armoniosa di diversi luoghi di culto come la famosa moschea Jama Masjid, del 1644, un tempio indù e una chiesa cristiana.Altro
#7

Raj Ghat

star-51’098
Nel 1948 è stato dedicato il memoriale al Mahatma Gandhi presso il sito della cremazione. In marmo nero, circondato da un prato e una fiamma eterna sempre accesa, Raj Ghat ricorda l'uomo conosciuto come il Padre dell'India per il suo lavoro instancabile di pacifista, per rivendicare l'indipendenza dell'India dalla Gran Bretagna.Il monumento ha incise le parole 'He Ram' che significa 'O, Dio', in quanto si dice siano state le ultime parole pronunciate da Ghandi dopo il suo assassinio. Ogni venerdì, il giorno della sua morte, si svolge una cerimonia commemorativa. Oltre al memoriale dedicato a Ghandi ve ne sono altri, in memoria dei Primi Ministri indiani dopo l'indipendenza, tra cui Indira Ghandi, che venne assassinate, e Jawaharlal Nehru, il Primo Ministro dell'India indipendente.Altro
#8

Swaminarayan Akshardham

star-51’378
Opened in 2005, Delhi’s Swaminarayan Akshardham was built in only five years with the help of army of some 11,000 volunteers and artisans. The resulting temple is considered one of the most beautiful in Delhi and a must if you plan to do any temple visits during your stay in the capital. Quite unlike most modern temples in India, Swaminarayan Akshardham is equal parts working temple, interactive museum and theme park. The Hall of Values depicts the values of Swaminarayan through a series of animatronic dioramas, while a giant IMAX-style screen shows a short film of the life of Swaminarayan from when he was an 11-year-old boy. The temple even has a 12-minute boat ride recounting India’s 10,000 years of history.Altro
#9

Tempio Birla Mandir

star-5228
Il tempio di Birla Mandir, chiamato anche Lakshmi Narayan, è uno dei più interessanti da visitare a Delhi. Situato vicino a Connaught Place, il tempio è dedicato a Narayan e alla consorte Lakshmi. Costruito nel 1938 dal ricco imprenditore e filantropo BD Birla, il tempio fu inaugurato nel 1939 dal Mahatma Gandhi a condizione che fosse permesso l’accesso alle persone di tutte le fedi e di qualsiasi casta.Poiché la maggior parte templi indù non permette a chi non professa la stessa religione di entrare, il tempio Birla Mandir è l’unico a farlo e dunque è diventato una delle tappe più visitate da chi si trova a Delhi. È interessante recarsi la mattina e la sera quando i devoti vi si recano per celebrare ‘aarti’, un rituale della tradizione indù.Altro
#10

Tempio Banke Bihari

star-559
Il tempio Banke Bihari, situato nella città santa di Vrindavan, nel distretto di Mathura, è uno dei più famosi templi Krishna in India. Dedicato a Banke Bihari, il tempio è stato costruito da Shri Swami Haridas nel 1864. Si osserva Krishna nella sua infanzia, con i rituali e le offerte fatte alla divinità.Sono migliaia i devoti che ogni giorno visitano il tempio in cui il culto Bihari si esprime in tre 'sewas' al giorno: Shringar, Rajbhog e Shayan. Shringar consiste nel lavare e vestire la divinità; Rajbhog nell’offrire del cibo; Shayan riguarda la preparazione prima di dormire. Durante i mesi dei monsoni, nell’India del nord, il tempio viene decorato con fiori e luci. A differenza di altri luoghi di culto indù, il tempio Banke Bihari non ha campane perché si pensa che il suono disturbi Bihari.Altro

Idee di viaggio

Piatti da non perdere a Nuova Delhi

Piatti da non perdere a Nuova Delhi

Le migliori attività a New Delhi

Old Delhi Street Food Tour

Old Delhi Street Food Tour

star-5
140
Da
US$ 29.60