Ulteriori informazioni sulla nostra risposta al Covid-19.

Scopri di più
Ricerche recenti
Cancella
Cose da fare a Reykjavik

Cose da fare a  Reykjavik

Reykjavik ti dà il benvenuto

La colorata capitale islandese mescola la storia vichinga e marittima con una scena artistica alla moda, un design elegante e una vita notturna selvaggia, fungendo anche da punto di partenza per avventure all'aria aperta nei paesaggi aspri del paese. Con ristoranti moderni che servono cucina islandese in edifici medievali, luoghi imperdibili come la Harpa Concert Hall sul lungomare e opportunità per l'osservazione di pulcinelle di mare e balene, è facile trascorrere tutto il tempo in città, ma sarebbe negligente saltare cosa sta al di là. Dirigiti in campagna e sarai ricompensato con cascate incontaminate, spiagge di sabbia nera vulcanica e calde piscine geotermiche immerse in campi di lava.

Le 10 migliori attrazioni a Reykjavik

#1

Laguna Blu

star-51’404
La Laguna Blu è una meraviglia unica dell'Islanda, il risultato di un'antica attività vulcanica per cui la piccola isola è conosciuta. In mezzo ai meravigliosi campi di lava nera del Parco Nazionale Svartsengi, l'enorme laguna è ricolma di acqua geotermica riscaldata naturalmente, che arriva da 2.000 metri sotto la superficie terrestre. È ricca di minerali, silice e alghe, particolarmente consigliata per i trattamenti della pelle e il relax. Infatti, parte dello sviluppo della Laguna Blu è legato ad una clinica specializzata in cure per la psoriasi. L'acqua è di un sorprendente colore blu e il bianco della silice, sui bordi delle rocce nere, crea uno straordinario contrasto.Alla Laguna si nuota, si fanno massaggi, saune, bagni col vapore e ci si rilassa nei caffè. Qualora vi rechiate in Islanda è d'obbligo immergersi nella Laguna Blu, situata tra Reykjavik e l'aeroporto; facile da raggiungere.Altro
#2

Parco nazionale Thingvellir

star-513’214
Altro
#3

Cascata Gulfoss

star-511’448
Gullfoss è un'enorme cascata sul fiume Hvita e nasce dal lago glaciale Langjokull. Gullfoss significa "cascate d'oro", grazie alla combinazione del sedimento glaciale dell'acqua con la luce del sole. La cascata cade per 32 metri. Quando ci si avvicina si sente il trambusto prima di assistere allo strepitoso spettacolo dell'acqua che scende nel crepaccio. Si può godere di tale spettacolo sia dall'alto che dal basso della cascata.Nel XX secolo gli allora proprietari del terreno in cui si trova la cascata affittarono lo stesso ad investitori stranieri con l'intento di far costruire una centrale idroelettrica. Fortunatamente il piano saltò ed in seguito il terreno divenne proprietà dello Stato. La leggenda narra che il proprietario terriero, Sigridur Tomasdottir, amò così tanto quest’area che, per evitare venisse manomessa, minacciò di buttarsi nella cascata e raggiunse scalzo Reykjavik in segno di protesta.Altro
#4

Skógafoss

star-54’538
Stretching 25 meters across the Skógá River and plummeting from heights of 60 meters, Skógafoss clocks in as one of Iceland’s biggest waterfalls and with its clouds of spray regularly casting rainbows across the waters, it’s also one of the picturesque. One of around 20 waterfalls dotted along the river, Skógafoss marks the start of Iceland’s famous Laugavegurinn long distance hiking trail, which runs for 90 km from Skógar all the way to Landmannalaugar. Alternatively, day-trippers can take in expansive views of Skógar’s glaciers, black ash beaches and thundering waterfalls by climbing the stairway to the top of the falls. Skógafoss is also a popular subject of local folklore, which tells that the region’s first Viking settler, Þrasi Þórólfsson, buried a chest of treasure in a cave behind the mighty falls. Allegedly, a local boy found the chest years later and while attempting to haul it out, pulled the ring from the front of the chest.Altro
#5

Seljalandsfoss

star-54’603
Con la sue acque che cadono nel fiume Seljalandsá, Seljalandsfoss è una delle cascate più incantevoli dell'Islanda, appena fuori dal principale Ring Road, tra Skogafoss e Selfoss. Gettandosi da un'altezza di circa 60 metri, Seljalandsfoss potrebbe non essere la cascata più ampia o più imponente d'Islanda, ma è certamente una delle più note, per la sua suggestiva forma ad arco che domina la pittoresca valle Þórsmörk.Circondata da fiori selvatici nei mesi estivi e illuminata dopo il tramonto, la caratteristica unica di Seljalandsfoss è quella di permettere l’osservazione da dietro lo stretto scivolo d'acqua. Un sentiero corre intorno alla cascata, consentendo ai visitatori di stare a pochi metri dall'acqua, in mezzo agli spruzzi, ai piedi dei Monti Eyjafjöll.Altro
#6

Golden Circle Route

star-54’959
Così come l'intero paesaggio dell'Islanda è spettacolare, non è certo da meno il percorso del Golden Circle con i suoi incantevoli scenari, un qualcosa che non si è mai visto prima. Tale percorso nell'attivo entroterra islandese comprende cascate, ghiacciai, geyser, campi di lava e, naturalmente, vulcani. La prima tappa è il Parco Nazionale di Thingvellir, luogo spettacolare, sede del primo Parlamento islandese, dove le placche tettoniche del Nord America e dell'Eurasia si incontrarono per poi allontanarsi. Tappa successiva la grande cascata di Gullfoss dalla quale si ha un’incantevole vista su un ghiacciaio. Ecco i geyser, pura forza di acqua e vapore, in eruzione dalla terra grazie a un fortissimo accumulo di calore che è davvero impressionante e ci fa capire la reale vitalità del terreno proprio sotto i nostri piedi.Altro
#7

Il Grande Geyser

star-56’300
I geyser sono un fenomeno spettacolare che non mancano mai di emozionarci e meravigliarci davanti alla grandezza della natura del pianeta Terra. Fuoriescono con forti getti di acqua calda se e quando ne hanno voglia! Sembrano bolle di gioia emanate dalla Terra! L'Islanda ospita molti dei geyser presenti nel nostro pianeta. I più visitati sono proprio accanto alla strada del Circolo d'Oro, collegata al fiume Hvitá. Qui ci sono diversi geyser che eruttano ogni pochi minuti.Il Grande Geyser, con i suoi forti getti d' acqua verso l'alto, merita una sosta mentre si va verso la vicina cascata di Gullfoss. Non c'è molto altro da fare se non che assistere a questo spettacolo della natura o visitare il negozio turistico dall'altra parte della strada.Altro
#8

Vulcano Eyjafjallajökull

star-51’011
Tra i vulcani attivi dell’Islanda, uno tra i più noti, ed anche fra i più difficili da pronunciare, è Eyjafjallajokull. Fece notizia in tutto il mondo la sua eruzione del 14 aprile 2010, poiché, a causa del fitto spargimento delle ceneri, causò l’interruzione del traffico aereo per diversi giorni, in venti nazioni europee!Alcuni intrepidi scalatori, tempo fa, sono arrivati in cima alla montagna, alta 1.666 metri; ora si ha la possibilità di visitare il vulcano, arrivando all’Eyjafjallajokull Visitor Center, aperto dopo un anno dall’ultima eruzione. Vi si racconta la storia del vulcano e la vita di coloro che vivono non lontano da lì. L’interessante mostra del Centro comprende filmati riguardanti l’ultima eruzione e spettacolari foto della caldera dell’Eyjafjallajokull, larga 2, 5 km.Altro
#9

Parco nazionale di Vatnajokull

star-51’207
Covering an area of 12,000 square-kilometers and encompassing the former National Parks of Jökulsárgljúfur and Skaftafell, Vatnajokull National Park has been collecting superlatives since it was established in 2008. The park is now Western Europe’s largest national park (covering almost 13% of the country), dominated by the Vatnajökull glacier, Europe’s largest glacier, and containing Iceland's highest mountain, Öraefajökull, and deepest lake, Jökulsárlón. An unyielding landscape of land and fire, Vatnajökull presents some of Iceland’s most diverse and dramatic scenery including glacial plateaus, active volcanoes, towering ice caps, beaches of black ash and bubbling geothermal terrain. The southern territory of Skaftafell is the gateway to the most accessible area of the glacier and one of the most popular regions of the park, with the Skaftafell Visitor Center providing a detailed introduction to the park’s many geological wonders.Altro
#10

Harpa Concert Hall

star-4.52’490
Il suggestivo edificio dell’Harpa Concert Hall, in vetro e acciaio, inaugurato nel 2011, ospita sia L’Opera Islandese che l’Orchestra Sinfonica. Progettato dall'artista danese di origini islandesi Olafur Eliasson, dispone di pannelli di vetro a nido d'ape che riflettono il cielo e l'oceano.Essendo il riferimento della vita culturale di Reykjavik, l’Harpa Concert Hall ospita eventi quasi ogni sera della settimana, come le manifestazioni più conosciute della città. Oltre allo spazio dedicato alle esibizioni, all’interno della struttura si trovano un paio di ristoranti e diversi negozi che vendono cd di musica nordica, libri, oggetti di design e souvenir. È possibile visitare la moderna Harpa Concert Hall accompagnati da esperte guide, con la possibilità di curiosare nel dietro le quinte, generalmente accessibili solo agli addetti ai lavori.Altro

Idee di viaggio

Modi per battere la folla a Reykjavik

Modi per battere la folla a Reykjavik

I posti migliori per gli amanti della cultura a Reykjavik

I posti migliori per gli amanti della cultura a Reykjavik

Le migliori attività a Reykjavik

Cerchio d'oro, laguna blu con ingresso e cratere vulcanico Kerid

Offerta speciale

Cerchio d'oro, laguna blu con ingresso e cratere vulcanico Kerid

star-5
80
Da
US$ 177.65
US$ 209.00  Risparmio di US$ 31.35
Reykjavik Food Walk

Reykjavik Food Walk

star-5
1475
Da
US$ 129.73