Ulteriori informazioni sulla nostra risposta al Covid-19.

Scopri di più
Ricerche recenti
Cancella

Attrazioni di Romania

Categoria

Palazzo del Parlamento (Palatul Parlamentului)
star-5
1142
173 tour e attività

Se sei a Bucarest, è impossibile perdere il Palazzo del Parlamento. Il massiccio edificio, che domina il paesaggio della città, si estende per circa 237.097 metri quadrati e contiene più di 1.000 stanze. Costruito sotto la dittatura di Nicolae Ceauşescu, è oggi una delle attrazioni turistiche più famose di Bucarest.

Scopri di più
Castello di Bran (Castello di Dracula)
star-5
3494
428 tour e attività

Seduto in cima a una scogliera di 61 metri nel mezzo della Transilvania, il Castello di Bran è circondato da un'aura di mistero legata sia al mito del conte Dracula di Bram Stoker che al famigerato Vlad Tepes, noto anche come Vlad l'Impalatore, che si dice abbia fatto del Castello di Bran la sua casa. Uno dei castelli più famosi al mondo, il Castello di Bran oggi è un museo dedicato alla regina Maria di Romania.

Scopri di più
Monastero di Snagov (Manastirea Snagov)
star-5
104
66 tour e attività

Fondato alla fine del XIV secolo, il monastero di Snagov (Manastirea Snagov) si trova su un isolotto nel lago Snagov, solo un paio di chilometri a nord del villaggio con lo stesso nome. Il monastero è meglio conosciuto come il luogo di sepoltura di Vlad l'Impalatore, che ha fornito l'ispirazione per l'immaginario Dracula. Tuttavia, l'isola un tempo ospitava anche l'impianto di conio delle monete del principato medievale di Valacchia ed era considerata una delle più importanti tipografie dell'Europa sud-orientale tra la fine del XVII e l'inizio del XVIII secolo.

Indipendentemente dal fatto che alla fine si fermasse o meno al monastero, Vlad l'Impalatore era fortemente connesso ad esso, costruendo fortificazioni intorno al monastero nel XV secolo, così come un campanile, una nuova chiesa, un ponte sulla terraferma e una prigione e Camera di tortura. I resti della prigione sono ancora visibili dietro l'attuale chiesa e all'interno della chiesa sono visibili affreschi di quell'epoca. La presunta tomba di Vlad si trova all'interno della chiesa sul retro.

Scopri di più
Arcul de Triumf (Arco di Trionfo)
star-5
899
47 tour e attività

Costruito per la prima volta nel 1878 come monumento in legno per celebrare l'indipendenza della Romania, l'Arco di Trionfo (Arco di Trionfo) di Bucarest è stato a lungo uno dei monumenti più memorabili della città. Sebbene ricostruito di nuovo dopo la prima guerra mondiale, l'attuale Arco di Trionfo è opera dell'architetto Petru Antonesc, ricostruito in granito nel 1936 e decorato con sculture di artisti rumeni come Constantin Medrea, Constantin Baraschi e Ion Jalea.

Con i suoi 27 metri all'incrocio tra la strada Kiseleff, il viale Mareșal Alexandru e la via Alexandru Constantinescu, l'arco monumentale ora segna l'ingresso al Parco Herăstrău di Bucarest. Ancora un toccante promemoria dell'indipendenza della Romania, è il sito delle parate militari e delle celebrazioni per la Giornata nazionale della Romania (1 dicembre), e una scala interna consente anche ai visitatori di salire in cima, guardando i viali trafficati sottostanti.

Scopri di più
Memoriale dell'Olocausto
star-5
12
6 tour e attività

Infine, inaugurato nel 2009 dopo una lunga (e alquanto controversa) attesa, il Memoriale dell'Olocausto di Bucarest funge da forte ricordo delle migliaia di ebrei rumeni colpiti dall'Olocausto. Il memoriale ha un grande significato non solo per la comunità ebraica rumena, ma come simbolo che il paese riconosce il suo ruolo negli eventi (un fatto spesso negato dal governo comunista del dopoguerra).

Il memoriale stesso è un monumento semplice ma commovente, progettato dall'artista Peter Jacobi e con una targa dedicata ai circa 280.000 ebrei e 25.000 rom che hanno perso la vita durante l'Olocausto. Il memoriale comprende una "Colonna della Memoria", intarsiata con la parola ebraica "Ricorda", e una ruota Rom, dedicata al popolo Rom.

Scopri di più
Piazza della Rivoluzione (Piata Revolutiei)
star-5
947
136 tour e attività

Al centro della città vecchia di Bucarest, Piazza della Rivoluzione (Piata Revolutiei) si trova lungo il viale centrale di Via Victoriei ed è stata a lungo in prima linea negli eventi storici della città. Originariamente chiamata Piazza del Palazzo (Piața Palatului), Piazza della Rivoluzione ha guadagnato il suo attuale soprannome dopo la Rivoluzione rumena nel 1989 e rimane uno dei principali punti di riferimento e snodi di navigazione della città.

Per i visitatori per la prima volta, la grande piazza è innegabilmente impressionante, incorniciata da edifici decorati e coronata dall'imponente Memoriale della Rinascita, un pilastro di marmo alto 25 metri eretto al centro della piazza, in memoria delle vittime della Rivoluzione . Altri importanti monumenti della piazza includono il neoclassico Palazzo Reale, oggi sede del Museo Nazionale d'Arte; l'Ateneo rumeno, una sala da concerto a cupola risalente al XIX secolo; e l'ex quartier generale del Partito Comunista Rumeno, dove Nicolae Ceausescu notoriamente si rivolse alla folla per l'ultima volta, prima di fuggire in elicottero. Anche intorno a Piazza della Rivoluzione si trovano la biblioteca dell'Università, il vasto Palazzo del Parlamento e le statue di Iuliu Maniu e Carol I della Romania.

Scopri di più
Museo di storia ebraica di Bucarest
star-5
36
5 tour e attività

Il Museo di storia ebraica di Bucarest è stato fondato nel 1978 da Moses Rosen, rabbino capo della città tra il 1964 e il 1994; si trova nell'elaborata sinagoga del Tempio Holy Union, costruita nel 1836 dalla ricca Jewish Tailors Guild ed è in stile moresco, con strati di mattoni alternati a intonaco bianco fronteggiato da uno stravagante rosone. Tra tutti gli effimeri religiosi in oro e argento all'interno, mostra dettagli sulla storia ebraica in Romania e segna il contributo della comunità alla società di Bucarest. La cupa sala commemorativa in fondo alla sinagoga è dedicata alle vittime dell'Olocausto, quando migliaia di ebrei rumeni persero la vita in Transnistria. Tuttavia, il premio principale va probabilmente agli interni sorprendentemente colorati della sinagoga a tre livelli, che è liberamente decorata con piastrelle bizantine e moresche, pavimenti in marmo e pareti e soffitti decorativi.

Scopri di più
Castello di Peles (Castelul Peles)
star-5
2935
363 tour e attività

Costruito tra il 1873 e il 1883, il neo-rinascimentale Castello di Peles (Castelul Peleș) era una meta estiva per i reali rumeni. Con 170 stanze riccamente decorate, il castello era dotato dei più moderni comfort dell'epoca: elettricità, ascensori e riscaldamento centralizzato.

Scopri di più
Museo nazionale del villaggio (Muzeul Satului)
star-5
170
73 tour e attività

Il museo all'aperto più importante dell'Europa orientale è stato inaugurato nel 1936 e presenta una collezione di oltre 60 edifici rurali storici provenienti da tutta la Romania e di epoche diverse, tutti accuratamente riassemblati in 15 ettari di parco sulle rive del lago Herăstrău a Bucarest. Con fattorie, chiese, mulini a vento, cottage in legno, stalle per mucche e macchinari agricoli provenienti da distretti remoti come Moldavia, Hunedoara e Transilvania, ogni edificio del Museo Nazionale del Villaggio (Muzeul Satului) è accuratamente etichettato con la sua esatta provenienza geografica e culturale e accompagnato da un commento multilingue sul suo uso originale, costruendo un quadro accurato della vita di villaggio rustico in una Romania prima dell'avvento del comunismo. I punti salienti includono le case di terra di Straja e le case con le imposte dipinte allegramente di Tulcea, così come il campanile di 35 metri (115 piedi) della chiesa di legno di Maramureş, abbellito con icone sbiadite al suo interno. Facendo una giornata meravigliosamente adatta alle famiglie, il museo ha un negozio di souvenir, una gamma di opzioni per mangiare, dalle bancarelle che vendono caramelle a un ristorante in una locanda del XIX secolo, e mostre regolari di artigianato tradizionale come la tessitura e la vinificazione.

Scopri di più
Iasi
star-5
11
10 tour e attività

Iasi è la città più grande della Romania orientale, situata vicino al confine con la Moldova. È stato a lungo conosciuto come leader della vita culturale, accademica e artistica in Romania e fu anche la capitale del paese dal 1916 al 1918. Gli insediamenti nell'area risalgono all'età preistorica e il nome della città è stato visto per la prima volta nei registri all'inizio del XV secolo, anche se molti edifici sono ancora presenti nella città precedenti a quello. Iasi ospita la più antica università rumena, il giardino botanico più antico e più grande del paese e il Teatro Nazionale Vasile Alecsandri, il teatro più antico della Romania.

Iasi ha anche un forte patrimonio religioso, con quasi una dozzina di monasteri e 100 chiese storiche in città e nell'area circostante. Un tempo Iasi ospitava più di 127 sinagoghe e la sua Grande Sinagoga risale al XVII secolo, rendendola una delle più antiche d'Europa. La chiesa armena di Iasi fu costruita nel 1395 e la sua cattedrale metropolitana è la più grande cattedrale ortodossa della Romania.

Di interesse per i visitatori sono anche il Museo di Storia Naturale e quattro musei ospitati all'interno del Palazzo della Cultura: il Museo di Storia della Moldavia, il Museo Etnografico della Moldavia, il Museo della Scienza e della Tecnologia e un museo d'arte. La Moldova State Philharmonic e il Teatro dell'Opera attireranno sicuramente gli amanti della musica.

Scopri di più

Altre attività a Romania

Cattedrale Patriarcale (Chiesa Metropolitana)

Cattedrale Patriarcale (Chiesa Metropolitana)

star-5
341
13 tour e attività

Il principale luogo di culto ortodosso di Bucarest è dedicato ai santi Costantino ed Elena e si trova in cima a Mitropoliei, una delle poche colline nel centro della città. Fu progettato da un architetto sconosciuto come copia del monastero di Curtea de Arges nella città universitaria di Pitesti e consacrato nel 1658; ha tre guglie tozze, un'abside bulbosa e dipinti dorati in stile bizantino dei santi che ne adornano l'esterno. Sebbene la cattedrale sia stata in gran parte riportata alla sua forma originale all'inizio degli anni '60, nel corso dei secoli sono stati apportati quattro importanti aggiornamenti, in particolare al suo interno tempestato di oro, dove sono stati aggiunti affreschi solo nel 1935. La prima Bibbia in lingua rumena è stata stampata qui nel 1688 e la cattedrale custodisce la più preziosa collezione di icone della Romania.

Accanto alla cattedrale c'è un tozzo campanile costruito nel 1698 e di fronte si trova il Palazzo Patriarcale, che dal 1708 è la residenza ufficiale del capo della chiesa ortodossa rumena; è chiusa al pubblico ma ha goduto di un momento sotto i riflettori quando è diventata la sede temporanea del Parlamento in seguito alla rivoluzione del 1989. Nelle vicinanze si trova il Palazzo neoclassico della Camera dei Deputati, costruito nel 1907.

Scopri di più
Palazzo Cotroceni (Palatul Cotroceni)

Palazzo Cotroceni (Palatul Cotroceni)

star-5
5
9 tour e attività

Palazzo Cotroceni a Bucarest è la sede e la residenza del presidente rumeno, nonché sede del Museo Nazionale Cotroceni. Il palazzo originale servì come residenza dei sovrani rumeni fino alla fine del XIX secolo, momento in cui un palazzo più grande fu commissionato dal re Carol I. La maggior parte del palazzo dovette essere ricostruita dopo un terremoto nel 1977. Adiacente al palazzo è il Giardino Cotroceni, uno dei maggiori giardini pubblici della città che risale al 1850.

La collezione del Museo Nazionale Cotroceni comprende più di 20.000 oggetti, suddivisi in diverse collezioni. I punti salienti includono le arti religiose del XVIII e XIX secolo; una collezione di dipinti rumeni dal XIX secolo ad oggi; Dipinti del XVIII e XIX secolo di artisti tedeschi, austriaci, francesi e belgi; sculture di scultori rumeni ed europei; disegni, acquarelli e incisioni del XIX e XX secolo; e arti decorative, tra cui ceramica, vetro, metalli e tessuti.

Scopri di più
Grande Sinagoga (Sinagoga Mare)

Grande Sinagoga (Sinagoga Mare)

star-5
41
5 tour e attività

Nascosta nel vecchio quartiere ebraico di Bucarest, la Grande Sinagoga (o Grande Sinagoga Polacca) è stata costruita dalla comunità ebraica polacca della città nel 1845 ed è un tributo straordinariamente conservato al ricco patrimonio ebraico della Romania. Non lasciarti scoraggiare dalla semplice facciata della sinagoga: all'interno, la sala principale è riccamente decorata, dipinta in stile rococò da Ghershon Horowitz nel 1936 e appesa a splendidi lampadari.

Oggi, la Grande Sinagoga rimane attiva come luogo di culto, ma è anche sede di un piccolo ma affascinante museo ebraico. Concentrandosi sulla storia e il patrimonio ebraico della Romania, la mostra più commovente descrive gli orrori dell'Olocausto e include lo struggente Memoriale per i martiri ebrei.

Scopri di più
Palazzo CEC (Palatul CEC)

Palazzo CEC (Palatul CEC)

star-5
187
24 tour e attività

Costruito alla fine del 1890 e inaugurato all'inizio del XX secolo su uno dei viali principali di Bucarest, il Palazzo CEC (Palatul CEC) è stato progettato dall'architetto francese Paul Gottereau e la costruzione di questo capolavoro di Belle Arti è stata supervisionata dall'architetto rumeno Ion Socolescu. Designato per essere il quartier generale della più antica cassa di risparmio della Romania, Casa de Economii și Consemnațiuni (CEC) e situato di fronte al Museo di Storia Nazionale della Romania, è un palazzo monumentale sormontato da cinque cupole; quella centrale sovrasta il grandioso ingresso colonnato ed è realizzata in vetro e acciaio. Il palazzo è destinato alla trasformazione in museo d'arte ed è stato venduto al consiglio comunale per oltre 17,75 milioni di euro nel 2006; mentre i piani vengono elaborati, la Banca CEC lo prende in affitto dal consiglio, ma il suo sontuoso interno rivestito in marmo - gran parte del quale era coperto ai tempi di Ceaușescu - non è più aperto al pubblico.

Scopri di più
Torre Bianca (Turnul Alb)

Torre Bianca (Turnul Alb)

star-5
54
8 tour e attività

La Torre Bianca, costruita alla fine del XV secolo dai Sassoni come parte delle fortificazioni difensive contro gli invasori turchi e tartari, è una torre semicircolare a 5 piani situata in cima a una ripida collina. La torre si affaccia sulla città di Brasov. Salite 200 ripidi gradini di pietra fino alla Torre Bianca per una vista panoramica sulla città.

Scopri di più
Museo nazionale di storia rumena (Muzeul National de Istorie a Romaniei)

Museo nazionale di storia rumena (Muzeul National de Istorie a Romaniei)

star-5
9
9 tour e attività

Ospitato in un grandioso edificio neoclassico lungo Calea Victoriei, il Museo Nazionale di Storia rumena accompagna i visitatori in un viaggio attraverso la storia e il patrimonio nazionale con la sua collezione permanente di oltre 750.000 oggetti. Si noti che il museo è parzialmente chiuso per lavori di ristrutturazione fino al 2021 e le mostre potrebbero spostarsi in una posizione temporanea nel frattempo.

Scopri di più
Museo Nazionale George Enescu (Palazzo Cantacuzino)

Museo Nazionale George Enescu (Palazzo Cantacuzino)

star-5
11
8 tour e attività

Il Museo Nazionale George Enescu di Bucarest è un memoriale al musicista più importante della Romania. Enescu era un compositore, violinista, pianista e direttore d'orchestra scomparso nel 1955. Dopo la sua morte, il museo è stato fondato nel Palazzo Cantacuzino, ampiamente considerato uno degli edifici più belli di Bucarest. Progettato in stile accademico francese con elementi art nouveau, il palazzo presenta una notevole tenda da sole in vetro sopra l'ingresso e un interno decorato con murales e sculture.

La collezione permanente del museo comprende tre stanze del palazzo ed è dedicata alla vita di Enescu, così come alla storia della musica rumena. Le esposizioni includono fotografie, manoscritti, medaglie, disegni, strumenti musicali, mobili e oggetti personali, nonché un calco delle mani di Enescu e la sua maschera mortuaria. Il museo ha anche altre due sedi: la George Enescu Memorial House a Sinaia e la sezione Dumitru e Alice Rosetti-Tescanu George Enescu a Bacau.

Scopri di più
Museo Nazionale d'Arte della Romania (Muzeul National de Arta al Romaniei)

Museo Nazionale d'Arte della Romania (Muzeul National de Arta al Romaniei)

star-5
15
9 tour e attività

Ospitato nel maestoso ex Palazzo Reale, che si trova sulla Piazza della Rivoluzione e risale al 1812, il Museo Nazionale d'Arte della Romania (Muzeul National de Arta al Romaniei) ha aperto nel 1947; è stato successivamente gravemente danneggiato durante la rivoluzione rumena del 1989, che ha visto la caduta e la morte del despota comunista Nicolae Ceaușescu. Il museo ha riaperto completamente nel 2005, esponendo tre importanti collezioni distribuite su tre piani del palazzo, ed è ora considerato la principale galleria d'arte della Romania.

Le gallerie di dipinti e sculture europee includono possenti tesori degli antichi maestri della collezione privata del re Carlo I - artisti del calibro di Rembrandt, Rubens, El Greco e gli impressionisti - mentre le collezioni medievali rumene presentano scintillanti icone d'argento, manoscritti rari e sculture in pietra nel Lapidarium, rinvenuto nelle cantine restaurate del palazzo. Le gallerie rumene moderne sono piene zeppe di opere come le sculture moderniste di Constantin Brancuşi, il più noto degli artisti rumeni del XX secolo.

Una selezione in continua evoluzione di mostre temporanee mette in luce il meglio dell'arte rumena contemporanea, dalle installazioni alla fotografia, ai disegni e alle stampe. Il museo è attualmente in procinto di restituire opere d'arte rubate a cittadini rumeni alla fine degli anni '40 dell'era sovietica e sono ora disponibili visite guidate ai sontuosi appartamenti reali del palazzo, al costo di 20 lei.

Scopri di più
Pasajul Macca-Vilacrosse (Passaggio Macca-Villacrosse)

Pasajul Macca-Vilacrosse (Passaggio Macca-Villacrosse)

star-5
32
16 tour e attività

Il Pasajul Macca-Vilacrosse (Passaggio Macca-Villacrosse) è una strada porticata a forma di forcella nel centro di Bucarest. Coperto di vetro giallo per far filtrare la luce naturale, il passaggio fu costruito alla fine del XIX secolo per collegare la Calea Victoriei e la Banca Nazionale. Oggi, il lato Macca del passaggio si apre su Calea Victoriei, uno dei viali principali di Bucarest, mentre il lato Villacrosse si apre sulla Banca Nazionale e Strada Eugeniu Carada. Il passaggio ha un aspetto francese ed è simile ad altri passaggi coperti costruiti a Milano e Parigi nello stesso periodo. Durante il periodo comunista, era noto come il Passaggio dei gioielli a causa della presenza delle più grandi gioiellerie della città, ma il nome originale fu ripristinato nel 1990.

Oggi il passaggio ospita ancora alcune gioiellerie, ma ospita anche diversi ristoranti, caffè, boutique e bar con narghilè.

Scopri di più
Lipscani

Lipscani

star-5
20
15 tour e attività

Il quartiere di Lipscani è il cuore vivo e pulsante di Bucarest e praticamente l'unica parte della città che rimane dopo i bombardamenti aerei della seconda guerra mondiale e si sposta per appiattire la città e ricostruirla secondo i grandiosi progetti di Nicolae Ceaușescu sotto il comunismo. Circondato dalla grande arteria stradale di Calea Victoriei, il fiume Dambovita a sud e la Piata Universitatiei a nord, il quartiere è stato storicamente il centro commerciale di Bucarest, con le sue origini in epoca medievale; si è trasformato negli ultimi 15 anni da un ristagno pacchiano e fatiscente in un centro d'azione. Oggi il suo sbiadito mix di architettura neoclassica, barocca e Art Nouveau attira i visitatori stranieri per esplorare le stradine fiancheggiate da gallerie d'arte, negozi vintage, decine di ristoranti, caffè all'aperto e locali notturni. Tuttavia, il grande incendio del nightclub nell'ottobre 2015 ha visto molti club costretti a chiudere poiché i loro locali sono considerati non sicuri, quindi il futuro della vita notturna feroce e leggendaria di Lipscani è ancora una volta incerto.

Scopri di più
Tempio corale (Templul Coral)

Tempio corale (Templul Coral)

star-5
134
6 tour e attività

Una delle prime sinagoghe di Bucarest fu il Tempio corale, completato nel 1857 dagli architetti Enderle e Freiwald; è una copia della Grande Sinagoga Leopoldstadt-Tempelgasse di Vienna e ha una facciata decorata in stile moresco con mattoni a motivi gialli e rossi. Una ricca comunità ebraica fu stabilita nella città dalla metà del XVI secolo, ma non visse mai in completa armonia con i suoi vicini rumeni. Nel 1593, molti furono uccisi durante una ribellione contro i signori ottomani della città e disordini continuarono a rimbombare per diversi secoli.

Diversi anni dopo la costruzione del Tempio Corale, fu distrutto in un pogrom e ricostruito nel 1866. Anche con la distruzione, la popolazione ebraica della città continuò a crescere. Nel 1930 contava 74.480 mentre i pogrom e le uccisioni indiscriminate continuavano. Durante la seconda guerra mondiale, tutte le sinagoghe di Bucarest furono chiuse e molte migliaia di ebrei rumeni furono mandati a morire in Transnistria e Bessarabia. Dopo la guerra, il numero di ebrei in città si gonfiò di rifugiati provenienti da altri paesi dell'Europa orientale, ma l'incertezza sotto il dominio autocratico di Nicolae Ceaușescu portò all'immigrazione di massa in Israele.

Con il crollo del comunismo, nel 1991 è stato eretto un memoriale fuori dalla sinagoga per commemorare le migliaia di ebrei rumeni morti nell'Olocausto e nel 2006 è stato intrapreso un accurato restauro dei suoi interni; la sinagoga è stata finalmente riaperta nel dicembre 2014 con le sue piastrelle moresche, i balconi in legno intagliato e i pesanti lampadari che brillano ancora una volta.

Scopri di più
Parco Carol (Parcul Carol)

Parco Carol (Parcul Carol)

star-4.5
19
6 tour e attività

Con una storia che risale ai primi anni del 1900, Carol Park (Parcul Carol) è uno dei parchi più antichi di Bucarest, costruito dal designer francese Eduard Redont per celebrare il Giubileo di Re Carol I.Con il suo lago scintillante, il lungomare alberato e i giardini paesaggistici Esteso su 30 ettari nel sud di Budapest, il parco offre un rifugio idilliaco dalla città, con ampio spazio per passeggiate, ciclismo e sport.

Il parco ospita anche numerosi monumenti importanti ed è stato classificato come monumento storico nazionale dal 2004. Il più notevole è il Mausoleo, originariamente costruito come monumento comunista e successivamente trasformato in un memoriale della prima guerra mondiale, fronteggiato dal Monumento dell'ignoto Soldato. Ulteriori punti salienti includono il castello di Tepes dell'inizio del XX secolo e una serie di statue, tra cui la "Bella addormentata" di Filip Marin e il "Gigante" di Dumitru Paciurea e Frederic Storck.

Scopri di più
Museo contadino rumeno (Muzeul National al Taranului Roman)

Museo contadino rumeno (Muzeul National al Taranului Roman)

star-5
5
4 tour e attività

Situato nel centro di Bucarest, il Museo contadino rumeno (Muzeul National al Taranului Roman) è uno dei principali musei in Europa dedicato alle arti e alle tradizioni popolari. Nominato Museo europeo dell'anno nel 1996, vanta una collezione di oltre 100.000 oggetti, tra cui tessuti, costumi, icone religiose, uova di Pasqua dipinte a mano, ceramiche di terracotta e altri oggetti che raccontano la storia della vita nella campagna rumena nel corso di quattro secoli Il museo è stato originariamente fondato nel 1906, ma durante il periodo comunista, l'edificio ospita invece un museo del partito comunista. Ha riaperto come Museo del contadino rumeno dopo la caduta di Nicolae Ceausescu, ma il seminterrato contiene ancora i resti del museo comunista.

L'edificio in mattoni rossi del museo risale al 1912 e presenta un'architettura tradizionale rumena, comprese grandi finestre sotto gli archi e una torre principale che ricorda i vecchi campanili. Considerato uno dei musei più divertenti di Bucarest, è stato ampliato in modo significativo nel 2002. I visitatori possono acquistare repliche di molti degli oggetti in mostra dal negozio di souvenir del museo.

Scopri di più

icon_solid_phone
Prenota online o chiama
39 19 924 1489
39 19 924 1489