Ricerche recenti
Cancella

Per contenere la diffusione del coronavirus, le attrazioni potrebbero essere chiuse o osservare periodi di chiusura parziale. Consulta i consigli per viaggiare sicuri del governo prima di prenotare. L'OMS sta monitorando attentamente la situazione; ulteriori informazioni sono disponibili qui.

Attrazioni di Romania

Categoria

Palace of Parliament (Palatul Parlamentului)
star-5
1
162 tour e attività

L’edificio più controverso della Romania si trova come un megalite al centro di Bucarest, un monumento dettato dalla follia e dall’ego dell’ex dittatore comunista Nicolae Ceauşescu, che ha concepito la sua idea grandiosa dopo la visita al dittatore della Corea del Nord, Kim II-sung. Iniziato nel 1984 e progettato dal giovane architetto rumeno Anca Petrescu, il palazzo è stato concepito da Ceauşescu per diventare il più grande edificio esistente al mondo, che avrebbe ospitato un gran numero di uffici.

È stato superato solo dal Pentagono. Chiese, sinagoghe e 30.000 abitazioni private vennero demolite per far posto a questa impressionante mostruosità. Le sue proporzioni gigantesche includono dodici piani, di cui quattro sotterranei, 1.100 camere, appartamenti di stato, una facciata severa in stile sovietico, lunga 270 metri, e un vasto bunker nucleare sotterraneo. Circa 20.000 operai hanno lavorato per sei anni, sette giorni su sette, per completare il palazzo, utilizzando solo materiali disponibili in Romania.

Scopri di più
Revolution Square (Piata Revolutiei)
141 tour e attività

Al centro della scena, nel centro storico di Bucarest, Piazza della Rivoluzione si trova lungo il viale centrale Calea Victoriei, da tempo in prima linea durante gli eventi storici della città. Originariamente chiamata Piazza del Palazzo, Piazza della Rivoluzione ha guadagnato il suo nome attuale dopo la rivolta rumena del 1989, e rimane uno dei principali punti di riferimento della città.

Se la visiti per la prima volta, rimarrai estereffatto dalla sua grandezza, incorniciata da eleganti edifici e dal Memoriale della Rinascita, una colonna di 25 metri, in marmo, al centro della piazza, costruita in memoria delle vittime della rivoluzione. Tra gli altri importanti monumenti della Piazza, il neoclassico Palazzo Reale che ospita il Museo Nazionale d'Arte e l'Ateneo Rumeno, una sala da concerto risalente al XIX secolo.

Scopri di più
Patriarchal Cathedral (Metropolitan Church)
17 tour e attività

Conosciuta come Chiesa Metropolitana, il principale luogo di culto ortodosso di Bucarest è dedicato ai Santi Costantino ed Elena e si trova in cima al Mitropoliei, una delle poche colline della città. Progettata da un anonimo architetto come una copia del monastero Curtea de Arges, nella città universitaria di Pitesti, venne consacrata nel 1658.

Presenta tre guglie, un'abside a forma di bulbo e dipinti dorati di santi, in stile bizantino, che adornano la parte esterna. La cattedrale fu in gran parte restituita alla sua forma originale nel 1960, tuttavia importanti modifiche vennero apportate nel corso dei secoli, in particolare riguardo agli interni dorati dove sono stati aggiunti, nel 1935, nuovi affreschi. Qui fu stampata la prima Bibbia in lingua rumena nel 1688. La cattedrale ospita la collezione di icone più preziose della Romania.

Scopri di più
Arcul de Triumf (Arch of Triumph)
48 tour e attività

Costruito inizialmente in legno nel 1878 per celebrare l'indipendenza della Romania, l'Arco di Trionfo, a Bucarest, è stato per tanto tempo uno dei simboli più memorabili della città. Anche se ricostruito dopo la Prima guerra mondiale, l'attuale Arco di Trionfo è opera dell'architetto Petru Antonescu, ricostruito nel 1936, fatto in granito e abbellito con sculture di artisti rumeni come Constantin Medrea, Constantin Baraschi e Ion Jalea.

A 27 metri sopra l'incrocio delle vie Kiseleff, Maresal Alexandru e Alexandru Constantinescu, l'arco monumentale segna l'ingresso al Parco Herastrau. Rimane un ricordo struggente dell’indipendenza della Romania in cui si svolgono parate militari e celebrazioni in occasione della festa nazionale del 1° dicembre. Una scalinata interna vi permetterà di salire in cima a guardare dall’alto i viali affollati.

Scopri di più
CEC Palace (Palatul CEC)
24 tour e attività

Costruito alla fine del 1890 e aperto alla fine del XX secolo in uno dei viali principali di Bucarest, il Palazzo CEC venne progettato dall'architetto francese Paul Gottereau; questo capolavoro Beaux-Arts è stato supervisionato dall’architetto rumeno Ion Socolescu.

Progettato per essere la sede della più antica della Banca di Risparmio della Romania, Casa de Economii şi Consemnaţiuni (CEC) e situato di fronte al Museo Nazionale di Storia, questo è un palazzo monumentale sormontato da cinque cupole. La cupola centrale sovrasta il grandioso ingresso a colonne ed è fatta di vetro e d’acciaio. Il Palazzo verrà trasformato in un museo d'arte; nel 2006 è stato venduto al Comune per più di 17,75 milioni di euro. Nell’attesa, la Banca CEC continua ad affittare il sontuoso palazzo con interni rivestiti in marmo, non ancora aperto al pubblico.

Scopri di più
Pasajul Macca-Vilacrosse (Macca-Villacrosse Passage)
16 tour e attività

La Galleria Macca-Villacrosse nel centro di Bucarest, vede disposte le sua arcate a forma di forchetta. Questa risale alla fine del XIX secolo e serviva per collegare Calea Victoriei alla Banca Nazionale; le sue vetrate sono gialle in modo da consentire alla luce naturale di penetrare. Per accedere al lato Macca devi passare da Calea Victoriei, uno dei viali principali di Bucarest, mentre per raggiungere il lato Villacrosse lo puoi fare passando dalla Banca Nazionale e da via Eugeniu Carada.

La Galleria ha un aspetto francese ed è simile ad altre gallerie coperte come quelle di Milano e Parigi, costruite nello stesso periodo. Durante il periodo comunista era conosciuto come il ‘passaggio dei gioielli’ per la presenza dei più grandi negozi di gioielli della città. Ancora oggi la Galleria ospita alcune gioiellerie, ma soprattutto diversi ristoranti, caffè, boutique e bar in cui fumare il narghilè.

Scopri di più
Lipscani
13 tour e attività

Il quartiere di Lipscani è il cuore pulsante di Bucarest, praticamente l'unica parte della città ad essere rimasta intatta dopo i bombardamenti aerei della Seconda guerra mondiale e rispetto ai grandiosi piani di ricostruzione della città durante il governo comunista di Nicolae Ceauşescu. Delimitato da viale Calea Victoriei, da Dambovita a sud e da Piata Universitatii a nord, il quartiere sin dal Medioevo è sempre stato una zona commerciale.

Negli ultimi quindici anni ha subìto una grande trasformazione, da area malfamata e abbandonata è diventata un’area affollata e rigenerata. Ad oggi il mix di architettura neoclassica, barocca e Art nouveau attira visitatori stranieri per passeggiare nelle stradine del centro, fiancheggiate da gallerie d'arte, negozi vintage, ristoranti, caffè e locali aperti fino a tarda notte. Tuttavia, a causa di un grande incendio in una discoteca nell’ottobre 2015, molti club sono stati costretti a chiudere, perchè considerati non sicuri.

Scopri di più
Cotroceni Palace (Palatul Cotroceni)
10 tour e attività

Il Palazzo Cotroceni a Bucarest è la residenza del Presidente della Repubblica, nonché sede del Museo Nazionale Cotroceni. Il palazzo originario era residenza dei governanti romeni fino alla fine del XIX secolo, momento in cui fu commissionato un palazzo più grande dal re Carol I. Gran parte di esso venne ricostruito dopo un terremoto che lo colpì nel 1977. Accanto vi si trova l’omonimo Giardino, uno dei più importanti giardini pubblici della città che risale al 1850.

Il Museo Nazionale Cotroceni dispone di più di 20.000 oggetti, divisi in diverse collezioni differenti. Tra le più importanti: l’ arte religiosa del XVIII e XIX secolo; una collezione di dipinti rumeni dal XIX secolo ad oggi; dipinti di artisti tedeschi, belgi, austriaci, francesi del XVIII e XIX secolo; sculture di artisti romeni e di altri europei; disegni, acquerelli e incisioni dei secoli XIX e XX secolo.

Scopri di più
National Museum of Art of Romania (Muzeul National de Arta al Romaniei)
10 tour e attività

Ospitato in quello che un tempo era il maestoso Palazzo Reale, del 1812, in Piazza della Rivoluzione, il Museo Nazionale d'Arte della Romania venne inaugurato nel 1947. Fu gravemente danneggiato durante la rivolta del 1989, che ha visto la caduta e la morte del despota comunista Nicolae Ceauşescu. Il Museo è stato riaperto nel 2005 e si possono ammirare le tre importanti collezioni, distribuite su tre piani; è considerato la Galleria d'Arte più importante della nazione.

Le gallerie che ospitano importanti dipinti di scuola europea e sculture includono capolavori della collezione privata del re Carlo I, con nomi quali Rembrandt, Rubens, El Greco e gli Impressionisti; mentre la collezione medievale romena ospita luccicanti icone d'argento, manoscritti rari e sculture in pietra nel Lapidario, situati nelle cantine restaurate del Palazzo. Le Gallerie di Arte Moderna romena sono colme di opere moderniste come quelle dello scultore Constantin Brancuşi.

Scopri di più

Altre attività a Romania

George Enescu National Museum (Cantacuzino Palace)

Museo George Enuscu

9 tour e attività

Il Museo George Enescu, a Bucarest, è dedicato al più importante musicista della Romania. Enescu è stato compositore, violinista, pianista e direttore d’orchestra, scomparso nel 1955. Dopo la sua morte, il museo è stato istituito nel Palazzo Cantacuzino, ampiamente considerato uno dei più bei palazzi di Bucarest. Progettato in stile francese accademico, con elementi di Art Nouveau, il Palazzo presenta un notevole tetto di vetro sopra l'ingresso principale e un interno decorato con prezioni affreschi e sculture.

La collezione permanente del Museo comprende tre sale del palazzo ed è dedicata alla vita di Enescu, così come alla storia della musica rumena. Troverai fotografie, manoscritti, medaglie, disegni, strumenti musicali, mobili e oggetti personali, ed una riproduzione delle mani del compositore e la sua maschera mortuaria. Il Museo ha altre due sedi: la George Enescu Memorial House e la Dumitru e Alice Rosetti-Tescanu, a Bacau.

Scopri di più
Holocaust Memorial

Memoriale dell'Olocausto

8 tour e attività

Inaugurato nel 2009 dopo una lunga e controversa attesa, il Memoriale dell'Olocausto, a Bucarest, ricorda le migliaia di ebrei rumeni uccisi ed è un monito severo a tutti noi perchè quegli orrori non accadano mai più. Il memoriale è di grande importanza non solo per la comunità ebraica della Romania, ma per tutti i cittadini poichè è stato riconosciuto il suo ruolo nella storia, spesso negato dal governo comunista del dopoguerra.

Il monumento è di per sé semplice, ma molto significativo, ideato dall'artista Peter Jacobi e dedicato ai circa 280.000 ebrei e 25.000 Rom che persero la vita durante l'Olocausto. Il memoriale comprende una 'Colonna della Memoria', intarsiata, con su scritto in ebraico 'Ricordo', e una ruota dedicata al popolo rom.

Scopri di più
National Museum of Romanian History (Muzeul National de Istorie a Romaniei)

Museo di Storia Naturale della Romania

8 tour e attività

Situato quasi di fronte al Palazzo CEC su Calea Victoriei, si trova l’altrettanto imponente e maesotoso palazzo che ospita il Museo di Storia della Romania, in stile neo-classico, con una facciata colonnata, fiancheggiata da due ali laterali simmetriche. Opera dell'architetto Alexandru Săvulescu, completata nel 1900 e destinata inizialmente a sede centrale delle Poste.

Nel 1970 l'edificio, trasformato in museo, espose una cospicua collezione di storia del Paese, in numerose vetrine. Anche se gran parte del museo è attualmente chiuso in attesa di ristrutturazione, vale la pena sicuramente visitare le sue due principali collezioni: gli inestimabili gioielli del Tesoro Romeno e i resti dell’Età del Bronzo nel Lapidario. Non mancare di vedere la replica a grandezza naturale della Colonna Traiana a Roma e una selezione dei Gioielli della Corona.

Scopri di più
Choral Temple (Templul Coral)

Tempio Corale

7 tour e attività

Una delle prime sinagoghe di Bucarest è stato il Tempio Corale, finito nel 1857 dagli architetti Enderle e Freiwald. Si tratta di una copia della Grande Sinagoga Leopoldstadt-Tempelgasse di Vienna, con una facciata decorata in stile moresco e una fantasia di mattoni gialli e rossi. Una benestante comunità ebraica si insediò in città dalla metà del XVI secolo, ma non visse mai in completa armonia con i suoi vicini rumeni.

Nel 1593 molti ebrei vennero uccisi nel corso di una ribellione contro gli ottomani della città e i disordini continuarono anche nei secoli successivi. Il Tempio venne più volte distrutto, e ricostruito ancora nel 1866. Nonostante la distruzione, la popolazione ebraica della città continuava a crescere. Nel 1930 la popolazione stimata era di 74.480 persone, nonostante indiscriminatamente molti ebrei venivano uccisi. Durante la Seconda guerra mondiale tutte le sinagoghe di Bucarest vennero chiuse e molte migliaia di ebrei rumeni inviati a morire in Transnistria e Bessarabia.

Scopri di più
Bucharest Jewish History Museum

Museo Ebraico

star-5
3
7 tour e attività

Il Museo Ebraico di Bucarest venne inaugurato nel 1978 da Moses Rosen, rabbino capo della città tra il 1964 e il 1994. Si trova nella sinagoga Holy Union Temple che risale al 1836, voluta dal benestante ebreo Tailors Guild, in stile moresco, con strati di muratura alternati a intonaco bianco, la cui facciata presenta un rosone centrale.

A parte gli oggetti d'oro e d’argento custoditi all'interno della Chiesa, puoi trovare anche informazioni sulla storia della comunità ebraica della Romania e sul contributo della stessa alla città di Bucarest. La sala cupa sul retro della sinagoga è dedicata alle vittime dell'Olocausto, in cui migliaia di ebrei-rumeni morirono in Transnistria. Rimarrai a bocca aperta ammirando l’interno sorprendentemente colorato della sinagoga, con gallerie a tre livelli, ornate con fini decorazioni in stile bizantino e moresco, pavimenti in marmo e pareti e soffitti preziosamente decorati.

Scopri di più
Great Synagogue (Sinagoga Mare)

Grande Sinagoga

star-5
1
6 tour e attività

Situata in un quartiere ebraico di Bucarest, la Grande Sinagoga venne costruita dalla comunità ebraico-polacca nel 1845 ed è un luogo molto ben conservato del patrimonio storico ebraico della Romania. Non farti ingannare dalla semplice facciata perché l'interno della Sinagoga è abbondantemente decorato, con dipinti in stile rococò di Ghershon Horowitz, del 1936, e arricchito da meravigliosi lampadari.

Ad oggi è sempre un luogo di culto, ma è anche sede di un piccolo e affascinante museo che racconta la storia degli Ebrei in Romania. La mostra più commovente riguarda gli orrori dell’Olocausto; il museo ospita il Memoriale ai martiri ebrei.

Scopri di più
Romanian Peasant Museum (Muzeul National al Taranului Roman)

Museo del Contadino Romeno

5 tour e attività

Situato nel centro di Bucarest, il Museo del Contadino romeno è uno dei musei più importanti in Europa dedicati all’arte e alle tradizioni popolari. Nominato Museo Europeo dell'Anno nel 1996, vanta una collezione di oltre 100.000 oggetti, tra cui tessuti, costumi, icone religiose, uova di Pasqua dipinte a mano, ceramiche in terra cotta e altri oggetti che raccontano la storia della vita nella campagna rumena nel corso di quattro secoli.

Il Museo è stato inaugurato nel 1906, ma durante il comunismo l'edificio ospitava il Museo del Partito comunista. È stato riaperto con l’attuale destinazione dopo la caduta di Ceaușescu; nei sotterranei ci sono ancora i resti del precedente museo.

Scopri di più
Carol Park (Parcul Carol)

Parcel Carol (Parco della Libertà)

5 tour e attività

Con una storia che risale ai primi anni del 1900, Parcul Carol, detto anche Parco della Libertà, è uno dei più antichi di Bucarest, progettato dal francese Eduard Redont per celebrare il Giubileo del re Carol I. Con il suo incantevole lago, la spianata alberata e i giardini molto curati, gli oltre 30 ettari di parco, a sud di Budapest, offrono un rifugio idilliaco all’interno della città, con ampi spazi per camminare, andare in bicicletta e fare sport.

Il parco ospita una serie di importanti monumenti e dal 2004 è stato classificato come Monumento Storico Nazionale. Degno di nota è il Mausoleo, originariamente costruito come monumento del periodo comunista e in seguito trasformato in un memoriale della Prima guerra mondiale, situato di fronte al Monumento del Milite Ignoto. Ancora, ritenuti molto pregevoli e da non tralasciare risultano il Castello Tepes del XX secolo, una serie di statue, tra cui la 'Bella Addormentata’ di Filip Marin e il 'Gigante’ di Dumitru Paciurea e Frederic Storck.

Scopri di più
Bran Castle (Dracula's Castle)

Castello di Bran (Castello di Dracula)

star-5
31
451 tour e attività

Bram Stoker might not have visited Bran Castle, but this Romanian architectural icon was still the inspiration for his most famous work. Fans of his fiction can visit the supposed home of Count Dracula and explore the dark history of one of the world's most famous castles.

Built in 1211 by the Teutonic Knights, Bran Castle is tucked into the steep cliffs between Magura and Dealul Cetatii and once served as home to royalty. Today, it's one of Transylvania's top tourist destinations, often visited from Bucharest. Travelers agree the views are epic, the history is rich and most of the displays are translated into English. Tours are available for a nominal fee, but travelers and vampire fanatics can explore the castle on their own, too.

Scopri di più
Peles Castle (Castelul Peles)

Castello di Peles

star-5
24
376 tour e attività

This picturesque Neo-Renaissance castle is located in the scenic Carpathian Mountains in Romania’s Prahova County. Built in the late 1800s, Peles is home to vast hand-painted murals, 170 rooms, 30 bathrooms and an impressive collection of art and arms. Visitors can tour the grounds and take in the garden statues, old-world paintings, rich tapestries and shining armor collected from Eastern and Central European. The Swiss stained glass vitralios are also worth a peek and rank high among Peles Castle’s prized art works.

Travelers who elect to take a guided castle tour should be sure to check out the ornate woodwork in the Honor Hall and the 500-year-old leather wall cover in the Imperial Suite. Visitors say these are among some of the most impressive (and well-kept) items in Peles.

Scopri di più
Snagov Monastery (Manastirea Snagov)

Monastero di Snagov

star-4
1
65 tour e attività
Scopri di più
Iasi

Iași

7 tour e attività
Scopri di più

icon_solid_phone
Prenota online o chiama
39 19 924 1489
39 19 924 1489