Ricerche recenti
Cancella

Attrazioni di Borgogna e Digione

Categoria

Hospices de Beaune
star-5
34
1 tour e attività

Conosciuto anche come Hôtel-Dieu de Beaune per la gente del posto, l'Hospices de Beaune era un ospizio nel XV secolo ed era usato come ospedale per i poveri della regione che si stavano riprendendo dalla Guerra dei Cent'anni. In realtà è stato utilizzato come ospedale completamente funzionante fino alla fine degli anni '70; ora ospita un museo e un'importante asta di vini di beneficenza ogni novembre.

L'edificio stesso è ora considerato uno dei più bei gioielli architettonici in Francia; è stato progettato dall'architetto fiammingo Jacques Wiscrère, il che spiega le sorprendenti somiglianze con l'architettura che si trovano tipicamente nella regione belga delle Fiandre. La facciata degli ospizi è un eccezionale esempio di architettura del Rinascimento settentrionale e presenta un'abbondanza di dipinti su tavola, lunghe gallerie a graticcio e, naturalmente, il caratteristico tetto a due falde e le sue tegole multicolori e geometriche. Ci sono anche molte ferriere, intagli e arazzi all'interno delle mura degli ospizi.

Scopri di più
Domaine Debray

Questa azienda vinicola a conduzione familiare ma tentacolare, le cui cantine si trovano nella città di Beaune, è orientata alla qualità e non necessariamente alla quantità. Ciò che rende speciale questa cantina è il background del suo proprietario; Yvonnick Debray ha trascorso 20 anni della sua vita vendendo vini della Borgogna sul mercato francese, acquisendo così molte informazioni sulla produzione del vino e l'arte di essere un produttore di vino. Il Domaine Debray produce diversi vini, rossi e bianchi, appartenenti a una varietà di denominazioni tra cui classici come Bourgogne Aligoté e Hautes Côtes de Beaune, nonché un Grand Cru, il Corton Charlemagne. La cantina è estremamente rispettosa del suolo e raccoglie solo le uve a mano; i vini vengono vinificati in botti di rovere francese direttamente nella tenuta.

Scopri di più
Clos de Vougeot
star-5
39
1 tour e attività

L'affascinante Château du Clos de Vougeot si trova nel cuore della regione vinicola della Borgogna e fa una tappa popolare lungo il sentiero turistico Route des Grands Crus, offrendo una visione unica della storia vinicola della regione. Sebbene la cantina sia stata originariamente costruita dai monaci nel XII secolo, il castello in stile rinascimentale che si trova oggi risale al XVI secolo e il complesso comprende le cucine originali, la tiniera medievale e le presse e la cantina cistercense.

Il Clos de Vougeot non produce più vino, ma è conservato come monumento nazionale e ospita regolarmente eventi, mostre e concerti, nonché tour giornalieri, che consentono ai visitatori di sbirciare gli storici torchi dell'uva e passeggiare tra i vigneti circostanti.

Scopri di più
Palazzo Ducale di Digione (Palais des Ducs et des Etats de Bourgogne)
star-5
3
1 tour e attività

La sede del potere borgognone era a Digione, ea Digione si trovava nel favoloso Palais des Ducs et des Etats de Bourgogne, più semplicemente noto come Palazzo Ducale. Originariamente costruito come una piccola fortezza, fu ricostruito nella seconda metà del XIV secolo da Filippo il Temerario, il primo duca di Valois. Parte di questa costruzione gotica è ancora visibile e fornisce un interessante contrasto con il classicismo esibito in gran parte del resto della chiesa, che fu aggiunta nei secoli XVII e XVIII. Il Palazzo Ducale è uno dei pochi monumenti rimasti del periodo capetingio in Borgogna. La sua caratteristica più famosa è il Tour Phillippe le Bon, che domina l'intera città.

Oggi, il palazzo è ancora teatro della politica di Digione, poiché il sindaco di Digione e altri amministratori sono officiati all'interno delle sue mura. È anche un museo; il piano terra è dedicato alla storia dell'edificio e di Digione, e la sua ala est contiene il Musee des Beaux-Arts, uno dei musei d'arte più importanti di tutta la Francia. La collezione del Musee des Beaux-Arts comprende sculture e dipinti medievali e rinascimentali (che rappresentano sia il Rinascimento italiano che quello settentrionale).

Scopri di più
Château de Meursault
star-5
3

Il Domaine du Château de Meursault è una delle più prestigiose aziende vinicole della Borgogna, in Francia. Situata nel vigneto Côte d'Or in Côte de Beaune, la cantina si estende su 60 ettari ed è stata fondata nell'XI secolo, sì, 1000 anni fa, per essere precisi. Inizialmente noto come il feudo di Foulot MIII, ora produce un'acclamata selezione di vini che vengono spesso serviti nei migliori ristoranti Michelin in Francia e in altre parti del mondo. A Meursault, la tradizione viene esaltata dalle moderne tecniche di vinificazione, che consentono al ricco e storico terroir della Borgogna di essere pienamente espresso nei 27 diversi vini prodotti in loco.

A differenza della regione di Bordeaux, i castelli del vino sono piuttosto rari in Borgogna, un fatto che rende Meursault molto più speciale. La vasta tenuta ospita un castello, un giardino d'inverno, antiche e imponenti cantine (fino a 800.000 bottiglie o 2.000 barili) risalenti al XII secolo, un parco e molte altre caratteristiche sorprendenti.

Scopri di più
Mulino di senape di Fallot (La Moutarderie Fallot)
star-5
47

Il Fallot Mustard Mill (La Moutarderie Fallot) è il primo museo in Francia interamente dedicato alla senape, il rinomato condimento che è diventato l'orgoglio e la gioia della regione della Borgogna. All'interno del museo, i visitatori troveranno una selezione di strumenti moderni e antichi che sono stati utilizzati per creare la senape ei suoi prodotti derivati, rivelando molti segreti commerciali sorprendenti lungo il percorso. Le mostre multisensoriali e interattive spiegano tutto, dal processo di fabbricazione ai criteri di degustazione; i visitatori sono persino incoraggiati a testare la propria conoscenza della senape attraverso diverse esperienze. Il museo offre due diverse visite guidate: la prima, chiamata Découvertes, è più tradizionale e presenta un misto di commenti e video nel museo. La seconda, denominata Sensational Experiences, porta i visitatori all'interno degli impianti di produzione effettivi al fine di ottenere una migliore comprensione del processo e delle sfide che l'industria deve affrontare oggi. Il vero punto forte, tuttavia, è il "bar della senape" all'interno del negozio di souvenir Espace Faillot, dove i visitatori sono incoraggiati ad assaggiare tutte le mostarde che vogliono.

La Moutarderie Fallot è operativa dal 1840 ed è ora l'unico produttore di senape artigianale rimasto in Borgogna.

Scopri di più
Castello di Guedelon

In parte esperimento architettonico, in parte attrazione turistica, Guédelon è un castello del XIII secolo costruito da zero nel XXI secolo. Utilizzando solo materiali e tecniche di costruzione di epoca medievale, la costruzione è iniziata nel 1997 e dovrebbe essere completata nel 2023, con i visitatori che ne seguiranno i progressi ogni anno.

Scopri di più
Chablis
star-5
25

Il distretto vinicolo più settentrionale della Borgogna non è solo la patria di alcune delle annate più ricercate, ma è anche incredibilmente sbalorditivo. Soprannominato la "Porta d'Oro della Borgogna", il villaggio di soli 2.500 abitanti ha numerosi edifici notevoli, tra cui il municipio, la Porte-Noël, la chiesa di San Martino e la Maison de l'Obédiencerie, un edificio storico in cui si trova un antico torchio in legno nascosto.

Ma ciò che la maggior parte dei visitatori cerca veramente a Chablis è il vino. Il nettare bianco fiorito e croccante è ottenuto esclusivamente da uve Chardonnay e non è così fruttato come altri vini bianchi tipici della Borgogna. I monaci dell'Abbazia di Pontigny, dopo essersi stabiliti sulle pendici del fiume Serein nel Medioevo, si resero conto che il microclima in cui si trovavano non poteva che portare nuovi sapori alla loro coltivazione. Le temperature più fredde, infatti, stimolano leggermente l'acidità delle uve, che viene solo ulteriormente esaltata dalle vasche di acciaio inox utilizzate dai vinificatori locali, piuttosto che dalle tradizionali vasche di rovere.

Ci sono vari vigneti e cantine aperte ai visitatori a Chablis, ognuno merita una visita; il più popolare è William Fevre, dove gli appassionati di vino possono degustare diversi vini Chablis al bicchiere e mangiare prelibatezze regionali nella suggestiva cornice dell'ospedale storico del villaggio, circondato da 51 ettari di vigneti.

Scopri di più
Rue des Forges
star-4.5
2
1 tour e attività

La Rue des Forges è una delle strade più caratteristiche di Digione. Se sei nuovo in città, dovrebbe essere una delle tue prime tappe; in 34 Rue des Forges, troverai l'ufficio turistico, dal quale potrai ottenere preziose pubblicazioni per aiutarti a sfruttare al meglio il tuo soggiorno. Lungo questo percorso, troverai una serie di fantastici palazzi, tra cui l'Hôtel Morel-Sauvegrain, l'Hôtel Auriot e la casa Milsand, famosa per le loro facciate del XV secolo, nonché l'Hôtel Chambellan, noto per la scala decorata al suo interno scala del cortile.

Anche Notre-Dame, la chiesa più famosa di Digione, si trova lungo questa strada; non solo l'architettura gotica di questa chiesa del XIII secolo è assolutamente da vedere, ma nelle vicinanze si trovano numerosi negozi di turisti dove è possibile trovare amaretti, vino e libri in inglese. Anche i negozi di senape si trovano lungo questa strada e, a novembre, quando la città tiene la sua fiera gastronomica annuale, la Rue des Forges è il posto dove stare.

Anche vicino alla Rue des Forges: il Palazzo Ducale. Sebbene questa sia un'attrazione in sé, la sua ala est contiene il Musee des Beaux-Arts, la cui collezione comprende sculture e dipinti medievali e rinascimentali (che rappresentano sia il Rinascimento italiano che quello settentrionale).

Scopri di più
Cluny

A nord-ovest di Mâcon si trova la cittadina di Cluny. Risalente a un'abbazia fondata nell'anno 910 (chiamata Cluniacum), la città divenne l'epicentro di un movimento di riforma benedettino che cercava di far rivivere le tradizioni monastiche. Da questo minuscolo borgo sono cresciute oltre 2.000 abbazie cluniacensi in tutta l'Europa occidentale e, insieme a esse, l'architettura distintiva di Cluny. Tre chiese successive furono erette sul sito nel secolo successivo, ma la terza fu chiusa durante la rivoluzione francese in modo che la sua pietra potesse essere venduta per progetti di costruzione, lasciando dietro di sé pochi resti.

Le due principali attrazioni turistiche di Cluny sono le restanti fortificazioni dell'abbazia, menzionate sopra, così come la Grotta di Blanot. Il primo è costituito da tre torri e dalla Porte des Jardins (Porta dei giardini). Per quanto riguarda la stessa chiesa abbaziale, il transetto sud (la "croce" delle cattedrali gotiche) e la torre dell'orologio inferiore sono tutto ciò che rimane della chiesa abbaziale. Il Musée Lapidaire, ospitato nell'antico granaio monastico, contiene manufatti dell'abbazia come i capitelli figurativi della terza chiesa. La grotta di Blanot è un labirinto di gallerie calcaree collegate e stanze enormi, a 80 m (262 piedi) sotto terra.

Scopri di più

Altre attività a Borgogna e Digione

Vézelay

Vézelay

star-5
8

Immerso nella Cone Valley, a metà strada tra Digione e Parigi, si trova l'idilliaco villaggio di Vézelay, una fortezza del IX secolo in cima a una collina che non solo ospita una delle basiliche più straordinarie di Francia, ma anche un centro storico classificato dall'UNESCO.

L'attrazione più famosa di Vézelay è senza dubbio la Basilica romanica di Santa Maddalena, una meraviglia dell'XI secolo che contiene le reliquie della sua santa patrona, Maria Maddalena. Un luogo di pellegrinaggio eccezionale, se mai ce ne fosse uno, la basilica ha svolto un ruolo significativo sia nella Seconda che nella Terza Crociata nel XII secolo ed è ora uno dei principali punti di partenza del Cammino di Santiago di Compostela.

Oltre a un'architettura eccezionale, Vézelay è anche sede di un'importante denominazione di vino, Bourgone Vézelay, specializzata in vini bianchi della varietà Chardonnay e Muscadet. La maggior parte delle vigne furono piantate da monaci cristiani nel VII secolo, che lentamente crebbe fino a diventare quella che ora è una produzione massiccia che si estende su 100 acri di collina di quattro villaggi (Asquins, Saint Père, Tharoiseau e Vézelay).

Scopri di più
Hôtel de Vogüé

Hôtel de Vogüé

star-4.5
2
1 tour e attività

Dopo la distruzione e il tumulto delle guerre di religione francesi (1562-1598), la Francia iniziò nuovamente a ricostruire i suoi paesi e le sue città; a Digione furono costruiti una serie di sontuosi hotel parlamentari, tra cui l' Hôtel de Vogüé . Progettata dal conseiller de parlement, Etienne Bouhier, questa casa di ispirazione rinascimentale fu completata intorno al 1614. Le colonne corinzie della casa, i fregi e gli edifici scolpiti ad arte fanno riferimento agli ideali greci tenuti a cuore dai fornitori del Rinascimento italiano.

Come la maggior parte dei vecchi edifici di Digione, l' Hôtel de Vogüé ha il tetto di piastrelle smaltate dai colori vivaci e intricati. Il portico d'ingresso splendidamente sbalzato si apre su un portico intagliato del cortile. Questo cortile è riccamente decorato; finestre e lucernari sono adornati con sculture di frutta, fiori e teste. L'affinità di Bouhier per gli ideali rinascimentali non si fermò con i frontoni delle finestre scolpite; la sua devozione romantica per sua moglie è evidente, poiché ha inciso le sue iniziali e quelle di sua moglie ovunque.

Oggi, l'edificio è più di una mostra di architettura storica; attualmente ospita gli uffici del Direttore delle Risorse Umane della città di Digione.

Scopri di più
Cattedrale di Digione (Cattedrale di San Benigno di Digione)

Cattedrale di Digione (Cattedrale di San Benigno di Digione)

star-4.5
2
1 tour e attività

A Digione, a ovest del palazzo ducale, si profila la Cattedrale di Digione dalle due torri (Cattedrale di San Benigno di Digione). Questa grande chiesa gotica è l'attuale sede dell'arcivescovado di Digione, nonché monumento nazionale francese. Originariamente un'abbazia benedettina, la cattedrale è l'ultima iterazione di una serie di ricostruzioni avvenute negli ultimi 1.500 anni.

La cattedrale (così come le sue precedenti incarnazioni) si trova sul presunto luogo di riposo di San Benigno di Digione, un martire del III secolo noto per aver diffuso il vangelo cristiano in tutta la Gallia. Mentre riusciva nel suo proselitismo, alla fine fu processato, condannato e giustiziato dalle autorità romane. La sua tomba era originariamente adornata con segni pagani per impedire ai suoi persecutori di profanare ulteriormente la sua memoria.

Nel corso dei secoli, la basilica originaria fu rasa al suolo e sostituita con una cattedrale romanica che incorpora due piani di chiese (una sotterranea, che circonda il sarcofago nella cripta) e una rotonda a tre livelli. Alla fine del XIII secolo la struttura, già minata da un incendio nel 1137, subì danni irreparabili quando la sua torre di attraversamento crollò e rovinò la chiesa superiore e gran parte di quella sotterranea. Nel 1325 fu completato e consacrato l'attuale edificio di influenza gotica.

Oggi, oltre al suo status di monumento nazionale, l'abbazia della chiesa funge da museo. Le mostre qui presentano principalmente manufatti romani e medievali.

Scopri di più
Château de Bazoches

Château de Bazoches

1 tour e attività

Costruito sul sito di un'antica posta romana nel XII secolo, lo Château de Bazoches è una delle proprietà più belle della Borgogna. Di proprietà privata e dichiarato Patrimonio dell'Umanità, il castello feudale passò a molte ricche famiglie del Medioevo fino a quando fu finalmente abitato nientemeno che dal padre dell'ingegneria francese, maresciallo di Francia e consigliere militare di Luigi XIV, il marchese de Vauban. Ha scelto di trasformare il castello in una guarnigione militare e ha usato la sua intelligenza strategica e militare per rendere Bazoches una roccaforte incrollabile. Gli attuali proprietari sono discendenti diretti del maresciallo e si prendono molta cura della proprietà e dei suoi mobili notevoli.

Château de Bazoches è una prodezza architettonica a dir poco; ha pianta trapezoidale, quattro torri e un massiccio mastio centrale, che circonda un caratteristico cortile interno. Una delle migliori caratteristiche del castello è tuttavia la sua posizione, a metà di una collina che domina il bucolico Parco Nazionale del Morvan e il villaggio di Vézelay.

Scopri di più
Route des Grands Crus

Route des Grands Crus

star-5
73
1 tour e attività

La pittoresca Route des Grands Crus (tradotta come Strada dei Grandi Vini), che si snoda attraverso le denominazioni dei vini della Borgogna, è la principale rotta turistica della regione, che collega insieme più di 30 villaggi vitivinicoli e punteggiata di grandi castelli e grotte vinicole storiche. Possibile in auto o in bicicletta, il percorso segue per lo più strade di campagna tranquille attraverso il cuore della regione vinicola, visitando tutte le cantine dei distretti vinicoli della Côte de Nuits e della Côte de Beaune, famose per le loro uve pinot nero e chardonnay.

I punti salienti della Route des Grands Crus includono la straordinaria capitale del vino della Borgogna di Beaune, sede del fiammeggiante Hospices de Beaune (Hôtel-Dieu) del XV secolo; il grande castello Clos de Vougeot; e pittoreschi villaggi vinicoli come Gevrey-Chambertin, Morey St Denis, Vosne-Romanée e Chambolle-Musigny, dove è possibile fermarsi per degustazioni e visite alle cantine.

Scopri di più

icon_solid_phone
Prenota online o chiama
+39 22 331 2036
+39 22 331 2036