Ricerche recenti
Cancella

Attrazioni di El Salvador

Categoria

Lake Coatepeque
star-5
65
1 tour e attività

Una sorprendente piscina blu situata sotto le vette dei vulcani Cerro Verde, Izalco e Santa Ana e circondata da piantagioni di zucchero e caffè in pendenza, il Lago Coatepeque è tra le attrazioni naturali più incantevoli di El Salvador, situato sulla cuspide del Parco Nazionale di Cerro Verde. Con una lunghezza di quasi 6 km, questo è il lago più grande del paese, formato nel cratere di un antico vulcano più di 50.000 anni fa e che nutre una popolazione colorata di pesci gatto, guapote e pesci zebra.

Una destinazione di vacanza tranquilla sia per i locali che per i viaggiatori, le attività più popolari al Lago Coatepeque sono il nuoto e gli sport acquatici, con vela, kayak, sci d'acqua e immersioni subacquee tutto possibile. Ulteriori punti salienti includono le sorgenti termali sparse lungo il bordo dell'acqua e l'isola di Teopan, un tempo importante luogo di culto Maya.

Scopri di più
Parco Nazionale del Cerro Verde
star-5
114
1 tour e attività

Con il suo trio di picchi vulcanici circondati da una giungla lussureggiante, una vasta rete di sentieri escursionistici e il vicino lago del cratere di Coatepeque, il Parco Nazionale del Cerro Verde presenta uno dei paesaggi più sorprendentemente belli di El Salvador.

Il passatempo principale per i visitatori del Parco Nazionale del Cerro Verde è l'escursionismo ei suoi tre vulcani, Izalco, Cerro Verde e Santa Ana, sono tutti facilmente accessibili. Il punto più alto è la vetta di 2.381 metri di Santa Ana, il vulcano più alto e più attivo di El Salvador, ricoperto da quattro crateri e uno scintillante lago vulcanico verde, ma altrettanto abbaglianti sono i panorami dalla vicina Izalco, soprannominata il "Faro del Pacifico" per le sue eruzioni quasi continue da oltre 160 anni. Un altro punto culminante è scalare l'omonima vetta e gli escursionisti che scalano l'ormai estinto vulcano Cerro Verde troveranno la foresta pluviale in cima alla montagna piena di uccelli colorati, tra cui colibrì, ghiandaie e tucani color smeraldo.

Scopri di più
Parco Nazionale El Boquerón
star-5
44
1 tour e attività

Con un trio di picchi incastonati intorno al drammatico cratere vulcanico di El Boqueron, i pendii ricoperti di fiori selvatici del Parco Nazionale di El Boquerón sono un punto panoramico per le escursioni ea meno di 30 minuti di auto da San Salvador, è una scelta popolare per una gita di un giorno dal capitale.

Il clou principale di una visita a El Boquerón sono i panorami, che si affacciano su San Salvador e sul lontano Lago Ilopango e sul vulcano Izalco, e ci sono una serie di punti panoramici tra cui scegliere. I sentieri percorrono le vette di El Boquerón, El Jabalí e El Picacho, i più alti a 6.430 piedi, ed è anche possibile fare un'escursione nel cratere stesso, una caldera profonda 1.600 piedi, che misura circa 5 km di diametro.

Scopri di più
Teatro Nazionale di El Salvador (Teatro Nacional de San Salvador)
star-5
34
2 tour e attività

Costruito tra il 1911 e il 1917, il magnifico Teatro Nazionale di El Salvador (Teatro Nacional de San Salvador) di San Salvador non è solo uno dei principali punti di riferimento della città, ma un monumento nazionale e il teatro più antico dell'America centrale. Progettato dall'architetto francese Daniel Beylard, l'edificio è tra le opere architettoniche più importanti della capitale, con la sua maestosa facciata neoclassica che lascia il posto a sontuosi interni rinascimentali francesi, tra cui un grande murale del pittore salvadoregno Salvador Carlos Cañas.

Oggi, il teatro da 650 posti rimane il cuore delle arti dello spettacolo salvadoregno, ospitando un programma in continua evoluzione di concerti classici, teatro, spettacoli di musica popolare e laboratori artistici.

Scopri di più
Chiesa di El Rosario (Iglesia El Rosario)
star-5
49
2 tour e attività

Passeggiando oltre l'arco di cemento grigio della chiesa di El Rosario, è difficile credere che il cupo edificio simile a un hangar sia un luogo di culto, e se non fosse per l'unica croce bianca senza caratteristiche che si alza dal suo ingresso, probabilmente passa proprio accanto. Non lasciarti scoraggiare dalla sua triste facciata, però: varca le porte della chiesa e ti troverai di fronte a un sorprendente muro di colori. La creazione ispirata dell'artista Ruben Martinez, le pareti ad arco sono adornate con figure di rottami di metallo e presentano dozzine di finestre a gradini in vetro colorato, che inondano la sala aperta e senza colonne con un caleidoscopio di luce.

Costruita nel 1971, la chiesa era tanto controversa quanto innovativa, e oggi rimane uno dei monumenti più unici e memorabili di El Salvador. La chiesa di El Rosario è famosa anche come luogo di riposo di José Matías Delgado, o "Padre Delgado", il padre dell'indipendenza centroamericana.

Scopri di più
Cattedrale Metropolitana (Catedral Metropolitana)
star-5
38
2 tour e attività

La cattedrale nazionale di El Salvador potrebbe non offrire lo stesso fascino architettonico del vecchio mondo - come lavori in pietra decorati e statue religiose dettagliate - delle sue controparti europee, ma l'iconica chiesa cattolica romana bianca è ancora un monumento sbalorditivo e un omaggio alla profonda religione radici.

Un tempo luogo di un violento massacro in cui furono uccise circa 40 persone durante una fuga precipitosa ai funerali dell'arcivescovo Oscar Romero, oggi l'iconica struttura offre un po 'di pace e tranquillità ai visitatori di questa capitale. La facciata bianca lascia il posto a un interno colorato, dove le immagini del Divin Salvatore e un bladcchino a quattro colonne benedicono l'altare maggiore. I viaggiatori possono trascorrere un momento in tranquilla contemplazione, accendere una candela e ammirare gli imponenti dipinti che raffigurano momenti della vita di Cristo durante una visita alla cattedrale più famosa della nazione.

Scopri di più
Palazzo Nazionale
star-5
39
2 tour e attività

Costruito per sostituire l'originale, che fu distrutto da un incendio alla fine del 1880, l'attuale Palazzo Nazionale di El Salvador offre ai visitatori uno sguardo al passato politico, storico e nazionale. È composto da quattro sale principali e più di 100 secondarie più piccole, che offrono ai visitatori uno sguardo unico sul passato storico, politico e nazionale di questo piccolo paese sudamericano.

I viaggiatori avvertono che molte delle stanze del palazzo sono ora chiuse al pubblico nonostante il fatto che gli uffici governativi non operino qui dalla metà degli anni '70. Ma un tour di questo famoso punto di riferimento merita comunque una sosta, poiché gli arredi dei primi del 1900 e le mostre storiche ben curate presentano un'immagine più grandiosa del passato colorato della città. Assicurati di dare un'occhiata al Salon Rojo, dove il Ministero degli Esteri teneva i suoi elaborati ricevimenti; il Salon Amarillo, che un tempo ospitava il presidente; e il Salon Rosado, che ospitava la Corte Suprema del paese.

Scopri di più
Sito archeologico di Joya de Cerén
star-5
80
1 tour e attività

Un villaggio agricolo Maya precolombiano risalente al 600 d.C. e l'unico sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO di El Salvador, le imponenti rovine di Joya de Cerén furono scoperte nel 1976 e da allora sono diventate uno dei siti archeologici più visitati del paese.

Soffocato dalla cenere durante un'eruzione del vulcano Laguna Caldera, il villaggio sepolto è stato conservato in condizioni quasi perfette, guadagnandosi il soprannome di "Pompei delle Americhe" e offrendo una visione unica della vita e della cultura degli antichi Maya della regione comunità. Oggi nel sito sono stati scoperti i resti di circa 70 strutture, 10 delle quali sono state scavate e aperte al pubblico, tra cui magazzini, cucine, laboratori, un'area di culto e un temezcal (bagno cerimoniale).

Scopri di più
Parco archeologico di San Andrés (Parque Arqueológico San Andrés)
star-5
84

Tra il 600 e il 900 d.C., circa 12.000 Maya abitavano una città della Valle de Zapotitán dominata da una piramide a gradoni. Le rovine della piramide ricoperte d'erba e un ampio cortile furono scoperti nel 1977 e lo scavo del sito continua ancora oggi.

Le prove archeologiche suggeriscono che San Andrés fosse una città commerciale, oltre che il capoluogo di provincia. Merci provenienti da Honduras, Belize e Messico passavano attraverso l'insediamento. I residenti rimasero a San Andrés fino al 1200 e nel 1658 la città abbandonata fu ricoperta di cenere vulcanica da El Playón, preservando molte delle strutture originali del sito.

Oggi, il parco archeologico comprende un museo che espone manufatti di epoche preispaniche e coloniali.

Scopri di più
Monumento al Divin Salvatore del mondo (Monumento al Divino Salvador del Mundo)
star-5
2

Il Monumento al Divino Salvatore del Mondo (Monumento al Divino Salvador del Mundo) è un monumento situato in Plaza El Salvador del Mundo (Piazza del Salvatore del Mondo) nella città di San Salvador, la capitale di El Salvador. Il monumento è composto da un alto piedistallo di base in cemento a quattro lati che sostiene una statua di Gesù Cristo in piedi sulla cima del pianeta terra. La struttura è stata progettata da José María Villaseñor. Questo monumento è un simbolo che identifica e rappresenta El Salvador e i salvadoregni in tutto il mondo, dopotutto il nome del paese si traduce come "Il Salvatore" e Gesù Cristo è il suo patrono.

Per studiare la scultura in modo più dettagliato, porta un binocolo o una macchina fotografica con una buona funzione di zoom. È difficile raggiungere direttamente la scultura, poiché si trova nel mezzo di una rotonda trafficata senza attraversamenti pedonali che conducono ad essa. Una volta che sei arrivato al monumento, sederti sui gradini alla sua base è un bel modo per rilassarti dalle visite turistiche e guardare la città ronzare. Puoi anche vedere il monumento raffigurato sul retro di vecchie banconote e targhe dei veicoli.

Scopri di più

Altre attività a El Salvador

Santa Tecla

Santa Tecla

star-5
8

Questo vivace centro urbano che prende il nome dal famoso eroe del II secolo, Santa Tecla, ospita circa 133.000 residenti. I viaggiatori di questa fiorente metropoli, che si trova ai piedi del vulcano San Salvador, possono esplorare le arti uniche della nazione, la ricca cultura, la religione radicata e la vita eclettica locale mentre vagano per le strade di Santa Tecla.

Dalle famose sale del Museo di Santa Tecla, costruito come prigione nel 1902, all'architettura neoclassica del Palazzo Municipale, all'iconica Cattedrale di El Carmen, sono i monumenti storici di Santa Tecla che rendono questa città davvero degna di essere visitata .

Dopo aver esplorato la storia e l'architettura che rendono famosa Santa Tecla, i visitatori possono rilassarsi nella piazza Daniel Hernandez, dove i locali si rilassano su tratti erbosi sotto alberi ombreggiati per sfuggire al caldo. I viaggiatori troveranno che i tre centri commerciali che compongono Plaza Merliot sono il luogo perfetto per l'acquisto di cibo locale, artigianato e persino articoli di design.

Scopri di più
Porta del diavolo (Puerta del Diablo)

Porta del diavolo (Puerta del Diablo)

star-5
1

Situato a Los Planes De Renderos, Puerto del Diablo o Devil's Door, è composto da due massi impressionanti che raggiungono il cielo. Guardare tra di loro offre allo spettatore una vista panoramica sulle attrazioni di El Salvador fino al Pacifico. Devil's Door è uno dei siti di arrampicata su roccia più popolari di El Salvador, con dozzine di vie consolidate per tutti i livelli di scalatori. Per i migliori panorami, sali le scale di roccia fino in cima, dove sarai ricompensato con attrazioni come i tetti di tegole rosse della città indigena di Panchimalco, il Lago Ilopango a sinistra, le doppie cime del vulcano San Vicente davanti a te, e oltre, l'Oceano Pacifico (se porti il binocolo).

I visitatori di Devil's Door possono scegliere di fare un tour a baldacchino, andare in teleferica, esplorare le grotte vicine o persino calarsi in corda doppia lungo la parete della scogliera. Una visita alla Porta del Diavolo è un modo semplice per sfuggire al rumore della città di San Salvador per mezza giornata, poiché è solo un breve viaggio in autobus da e per la capitale di El Salvador.

Scopri di più
El Imposible National Park

El Imposible National Park

star-5
4

Il più grande dei quattro parchi nazionali di El Salvador, il Parco Nazionale El Imposible ospita anche uno degli ecosistemi più fragili del mondo, offrendo rifugio a una serie di animali e specie vegetali in via di estinzione. Situato su una delle più importanti rotte commerciali storiche del paese, El Imposible (The Impossible) è stato chiamato per la sua gola pericolosamente ripida che ha causato la morte di molti viaggiatori e muli nel corso degli anni.

Per fortuna, dalla costruzione di un ponte attraverso il passo nel 1968, esplorare il parco è stato molto più facile e oggi i parchi di 3.800 ettari sono un punto privilegiato per gli escursionisti: un vasto paesaggio di foreste di mangrovie lungo il fiume e aspre vette che svettano ad altezze di 1.450 metri. L'avvistamento della fauna selvatica è un altro passatempo popolare con circa 250 varietà di uccelli trovate nel parco, tra cui specie rare come Great Curassow, King Vulture, Motmot dai sopraccigli turchesi e aquile dalla cresta nera, oltre a puma, tigrilli, cinghiali e una vasta gamma di farfalle.

Scopri di più
Suchitoto

Suchitoto

star-5
10

Arroccato su una collina, affacciato sulle acque scintillanti del Lago Suchitlán, Suchitoto è tra le città più pittoresche di El Salvador, un labirinto di ciottoli logori e architettura coloniale ben conservata.

I dintorni tranquilli e il ritmo di vita rilassato di Suchitoto lo rendono un rifugio popolare per gli abitanti della capitale, oltre a nutrire una vivace scena artistica, e le strade sono punteggiate da laboratori di artisti, gallerie e accoglienti caffè. Il punto di riferimento più famoso della città è la suggestiva Iglesia Santa Lucia bianca, ma l'area è più celebre per le sue risorse naturali, con il vicino bacino artificiale di Suchitlán che ospita una grande varietà di uccelli migratori e luoghi vicini tra cui la cascata di Los Tercios.

Scopri di più
Museo Nazionale di Antropologia (Museo Nacional de Antropología Dr. David J. Guzmán)

Museo Nazionale di Antropologia (Museo Nacional de Antropología Dr. David J. Guzmán)

star-5
1

Inaugurato nel 1883, il Museo Nazionale di Antropologia (Museo Nacional de Antropología Dr. David J. Guzmán) è una tappa affascinante per comprendere la storia di El Salvador e della sua gente. Distribuito in cinque diverse sale, il museo, noto anche come MUNA, custodisce tesori e antichi manufatti di coloni precolombiani, dai Maya e Olemec alle tribù Pipil che abitavano le giungle e le coste. Le sale sono suddivise in cinque diverse categorie, dall'agricoltura e gli insediamenti umani alla religione, le arti e il commercio. Scopri come un tempo i nativi salvadoregni coltivavano e adoravano i loro dei, tra cui un antico altare di pietra e incisioni rupestri scolpite nella roccia. Se hai intenzione di acquistare artigianato locale quando ti avventuri fuori dalla capitale, questo è un buon posto per conoscere i fatti dietro i tradizionali mestieri salvadoregni e avere un'idea di cosa cercare quando fai acquisti nei villaggi locali. Probabilmente il museo più famoso di El Salvador, il Museo Nazionale di Antropologia è un must per i viaggiatori in città.

Scopri di più
Giardino Botanico La Laguna

Giardino Botanico La Laguna

star-4
1

Fondato nel 1976, il giardino botanico La Laguna si trova all'interno di un cratere vulcanico appena fuori dalla città di San Salvador. I vasti giardini mostrano più di 3.500 specie di piante autoctone ed esotiche, tra cui 35.000 esemplari all'interno dell'erbario del giardino. I giardini di 7,5 acri (3,15 ettari) sono divisi in 32 zone a tema, con collezioni ben etichettate tra cui piante medicinali, felci, orchidee, piante del deserto e vegetazione autoctona.

La proprietà comprende anche un ampio parco giochi per bambini e una caffetteria che vende bevande. Le aree salotto sparse nei giardini sono perfette per fare picnic o semplicemente per godersi l'aria fresca e la quiete: una gradita pausa dal rumore di San Salvador. Tieni d'occhio gli animali residenti, tra cui enormi iguane, pesci, tartarughe e una varietà di uccelli.

Scopri di più
Museo militare della caserma El Zapote

Museo militare della caserma El Zapote

star-5
4

Per quasi due decenni, El Salvador è stata paralizzata da una brutale guerra civile che ha lasciato il paese in lacrime. Interi villaggi furono mandati al massacro, elicotteri caddero dal cielo e il rumore dei mortai che colpivano il bersaglio era un ricordo costante della violenza. Sebbene i combattimenti siano terminati all'inizio degli anni '90, le storie della guerra civile e le reliquie militari vivono all'interno di questo museo, comprese le ex uniformi militari che risalgono al XVIII secolo. A parte i carri armati, le armi e le medaglie, il museo ospita una serie di oggetti che non hanno nulla a che fare con l'esercito, come un'enorme mappa topografica 3D che mostra tutti i vulcani di El Salvador, al "Papa Mobile" che ha trasportato il Papa durante la sua visita nel 1981. Mettendo in luce l'esercito nei tempi più moderni, c'è un'interessante mostra sulle forze salvadoregne che hanno recentemente prestato servizio in Iraq, combattendo a fianco dei soldati della coalizione da tutti i diversi angoli del mondo. Mentre l'inclinazione del museo è decisamente pro militare, è comunque una tappa istruttiva e istruttiva per imparare il passato di El Salvador.

Scopri di più
Diga di Cerron Grande (Lago Suchitlan)

Diga di Cerron Grande (Lago Suchitlan)

star-5
8

Il lago Suchitlan, il vasto specchio d'acqua creato dalla Cerron Grand Dam, è la più grande riserva di acqua dolce della contea. I visitatori affollano questa zona umida protetta nella speranza di avvistare alcune delle diverse specie di uccelli e pesci che chiamano la casa di Suchitlan.

Costruito nel 1973, il serbatoio fornisce energia alle città vicine, nonché acqua per l'irrigazione, il bestiame e i residenti locali. La diga si estende per circa 90 metri di altezza, per quasi 800 metri, offrendo ai viaggiatori viste interrotte a 306 gradi degli incredibili paesaggi di El Salvador.

Scopri di più
Museo della Rivoluzione (Museo de la Revolución Salvadorena)

Museo della Rivoluzione (Museo de la Revolución Salvadorena)

star-5
4

Anche se la guerra civile in El Salvador si è conclusa nel 1992, sembra ancora attuale, in corso e reale, al Museo della Rivoluzione di Perquín (Museo de la Revolución Salvadorena). Per prima cosa le guide che lavorano al museo erano una volta guerriglieri, rischiando la vita nei tunnel e nelle giungle per combattere per i diritti dei poveri. Quando visiti questo museo commovente e informativo, ammira i resti dell'elicottero abbattuto che uccise il colonnello Monterossa, il capo del battaglione Atlacatl responsabile del massacro di El Mozote. Troverai anche crateri creati dalle bombe fornite dalle forze armate statunitensi, nonché armi usate dai guerriglieri per combattere l'esercito governativo. Poiché questa sezione del paese era pro-FMLN, ospitava anche l'influente Radio Venceremos, che ha contribuito a diffondere il messaggio di sinistra in tutte le comunità rurali. Nelle vicinanze, un altro sito ha tunnel scavati a mano dove i guerriglieri si nascondono sulle colline, ei visitatori sono invitati a salire nei tunnel per sentire l'angusto e oscuro senso dei guerriglieri spaziali sopportato ogni giorno. Anche se il viaggio da San Salvador a Perquín è lungo - più di tre ore irregolari in totale - è un viaggio che vale la ricompensa per aver appreso queste storie della guerra.

Scopri di più
Monumento a El Mozote

Monumento a El Mozote

star-5
4

L'11 dicembre 1981 è un giorno che El Salvador non dimenticherà mai. Quello fu il giorno in cui soldati addestrati americani marciarono nella città di Mozote e massacrarono oltre 800 civili, metà dei quali erano bambini. Come parte della brutale guerra civile in El Salvador, il massacro è stato semplicemente cancellato come un tragico sottoprodotto del conflitto, dove i guerriglieri di sinistra devono essere soppressi, indipendentemente da quanto potrebbe costare. Oggi, il mondo si è reso conto che il massacro era solo di civili innocenti, e non aveva niente a che fare con i ribelli che il governo stava combattendo. Quando visiti il monumento di El Mozote oggi, ascolta le storie del sopravvissuto solitario che è fuggito vivo dal villaggio e guarda la chiesa dove dozzine sono fuggite solo per essere uccise mentre erano all'interno. All'esterno della chiesa c'è un potente memoriale con i nomi di coloro che furono uccisi e una statua silhouette di una famiglia che si tiene per mano che riposa nel "Giardino degli Innocenti". Un secondo memoriale si trova in cima a una collina a solo mezzo miglio dalla città, dove la stessa sagoma della famiglia che si tiene per mano si affaccia sulle foreste e sulle valli che hanno ospitato un massacro così insensato.

Scopri di più
Vulcano Santa Ana (Volcán Ilamatepec)

Vulcano Santa Ana (Volcán Ilamatepec)

star-5
142
2 tour e attività

L'attrazione principale del Parco Nazionale del Cerro Verde è anche la più minacciosa: il vulcano Santa Ana (Volcán Ilamatepec), il vulcano più grande e più attivo di El Salvador, che ha eruttato l'ultima volta nel 2005, quando la forza dell'eruzione ha lanciato rocce delle dimensioni di un'auto per più di 1,5 km.

Scalare la vetta di 2.381 metri di Santa Ana è una sfida popolare per gli escursionisti, un sentiero di 1,5 ore che sale dal panoramico altopiano di San Blas e offre viste spettacolari sulla vicina caldera di Coatepeque e sul vulcano Izalco. Dalla vetta, le viste abbracciano l'intero Parco Nazionale, ma altrettanto impressionante è il terreno ultraterreno che si trova in cima al vulcano e gli escursionisti possono camminare intorno al bordo del cratere, guardando le quattro caldere annidate e un lago del cratere verde smeraldo .

Scopri di più
Fiume Guajoyo

Fiume Guajoyo

Facilmente raggiungibile sia da Santa Ana che da San Salvador, il fiume Guajoyo è un importante affluente del fiume Lempa, che scorre per 422 km attraverso il Guatemala meridionale, l'Honduras e El Salvador, prima di sfociare nel Pacifico a sud di San Salvador.

Nonostante si estenda per meno di 15 km, il fiume Guajoyo ospita una delle quattro centrali idroelettriche di El Salvador, ma è meglio conosciuto dai turisti come la principale destinazione del paese per il rafting, con rapide di classe II e III aperte agli amanti del brivido tutto l'anno.

Scopri di più
Apaneca

Apaneca

La pittoresca città di montagna di Apaneca è la seconda destinazione più alta del paese. Le sue strade secondarie, le fitte foreste e le fertili fattorie sono una Mecca per l'ecoturismo e attirano i viaggiatori alla ricerca di un legame autentico sia con le persone che con la terra.

Gli amanti della vita all'aria aperta possono percorrere i sentieri del vicino Parque Nacional El Imposible, dove luoghi di balneazione appartati e antichi resti Maya fanno per un trekking memorabile attraverso la collina di El Salvador. Gli avventurieri più intrepidi possono volare attraverso la fitta chioma della foresta sulla famigerata teleferica di Apaneca lunga 2,5 chilometri, mentre i più rilassati si dirigono a sud verso Finca Santa Leticia. Questa fattoria di caffè rurale vicino a uno storico parco archeologico è un viaggio veloce che offre ai viaggiatori la possibilità di rilassarsi in bungalow ben tenuti con vista sulla lussureggiante piantagione verde sorseggiando tazze di caffè bollenti direttamente dai campi locali.

Scopri di più
Lago Ilopango

Lago Ilopango

Questo lago del cratere immerso in una pittoresca caldera vulcanica è il secondo lago più grande del paese e una destinazione famosa per i locali amanti della fantascienza e per i viaggiatori che cercano di avvistare UFO famosi. E mentre i visitatori potrebbero dover navigare nel sistema di autobus locale per arrivare qui, i viaggiatori concordano che è una destinazione che vale l'avventura, anche se non si individua un extraterrestre.

I viaggiatori possono fare un tuffo nel rinfrescante lago del cratere o fare un'escursione in cima a un vicino faro per viste pittoresche del paesaggio mozzafiato per cui El Salvadore è diventato famoso. Piccoli caffè che vendono cibo locale cucinato in casa offrono il pasto perfetto dopo una giornata all'aria aperta e campeggi, campi da calcio, barche a remi e numerosi servizi igienici pubblici rendono una giornata al Lago Ilopango una rilassante fuga dalla vita urbana.

Scopri di più

icon_solid_phone
Prenota online o chiama
+39 22 331 2036
+39 22 331 2036