Ulteriori informazioni sulla nostra risposta al Covid-19.

Scopri di più
Ricerche recenti
Cancella
Cose da fare a Cracovia

Cose da fare a  Cracovia

Cracovia ti dà il benvenuto

Cracovia combina il fascino pittoresco con la grandiosità spaziosa. Rynek Glowny, la più grande piazza del mercato medievale d'Europa, è dominata da gioielli gotici come la Torre del Municipio e la Basilica della Vergine Maria. Il centro storico della capitale, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, e la collina di Wawel, coronata dall'imponente castello di Wawel, si prestano bene a escursioni a piedi, mentre la vicina miniera di sale di Wieliczka, anch'essa patrimonio dell'umanità, è un'ottima gita di un giorno. Se sei un amante della natura, non perderti un'escursione a Zakopane e ai Monti Tatra, o naviga lungo il pittoresco fiume Dunajec su una zattera di legno. Nella città gotica di Czestochowa, a solo un paio d'ore da Cracovia, troverai il venerato dipinto religioso, La Madonna Nera. L'eredità ebraica di Cracovia è importante e toccante e gli appassionati di storia vorranno prenotare una visita guidata per visitare le tappe essenziali tra cui Kazimierz (l'ex quartiere ebraico), il Museo Oskar Schindler e i campi di concentramento del Memoriale e Museo di Auschwitz-Birkenau. Al contrario, la vita notturna di Cracovia brucia luminosa e il suo centro storico risuona con alcuni dei migliori ristoranti, bar e club della Polonia. Un tour gastronomico serale mette in mostra la cucina polacca e l'atmosfera notturna della città e offre ampie opportunità di concedersi gnocchi, zuppa di segale acida, cinghiale e vodka.

Le 10 migliori attrazioni a Krakow

#1

Auschwitz

star-511.610
Il campo di concentramento di Auschwitz venne organizzato nell’aprile del 1940 nel quartiere dell’esercito polacco, prima della Guerra, alla periferia di Oświęcim. Inizialmente pensato per i prigionieri politici polacchi, il campo è stato 'convertito' in luogo di morte dove si perpetrò il genocidio degli ebrei d'Europa. Il campo, molto più grande di quello di Birkenau, indicato anche come Auschwitz II, venne costruito a 2 km ad ovest del luogo originario nel 1941-42 e un altro a Monowitz, diversi chilometri a ovest.Si stima che questo luogo di morte abbia eliminato circa 1,6 milioni di persone di ventisette nazionalità, tra cui 1,1 milioni di ebrei, 150.000 polacchi e 23.000 rom. Auschwitz è stata solo in parte distrutta dai nazisti in fuga, tanto che molti degli edifici in mattoni originali rimangono tuttora a testimoniare la sua storia tragica. I tredici edifici di prigionia rimasti ospitano mostre sull’Olocausto, volte a raccontare le atrocità subite da chi perse la vita durante questo tristissimo periodo storico.Altro
#2

Fabbrica di Oskar Schindler

star-5940
Oskar Schindler era un cittadino tedesco che aveva impiegato centinaia di ebrei nella sua fabbrica di oggetti smaltati a Cracovia, e salvò molte vite. Alla sua storia è dedicato il film di Steven Spielberg Schindler's List. Da giugno 2010, la vecchia fabbrica di Schindler ospita una mostra permanente interattiva e altamente emotiva, sull’occupazione nazista di Cracovia.Potrai vedere da vicino gli orrori del regime nazista, dai primi dissapori tra polacchi e tedeschi, fino al genocidio di massa degli ebrei e dei polacchi nei campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau. La mostra in 3-D "Cracovia sotto l’Occupazione nazista 1939-1945" mostra le atrocità ripetute, la deportazione di 3.000 ebrei dal ghetto Podgorze, nel 1943, e gli ultimi giorni della guerra.Altro
#3

Kazimierz (Quartiere Ebraico)

star-51.483
Kazimierz, o quartiere ebraico, è stato a lungo una città indipendente, con un proprio statuto comunale e leggi proprie. La sua storia, caratterizzata dalla popolazione mista ebraico-polacca, e la sua architettura ci regalano una chiara immagine del passato, evidenziando le zone, chiaramente distinguibili, cristiane ed ebraiche. Kazimierz è sede di importanti luoghi d’interesse come chiese, sinagoghe e musei.La parte occidentale del quartiere era tradizionalmente cattolica e, anche se molti ebrei vi si stabilirono a partire dal XIX secolo fino alla Seconda guerra mondiale, esso conserva molto del suo carattere originale. La zona ebraica di Kazimierz è diventata nel corso dei secoli un centro di cultura ebraica che non ha eguali in tutta la Polonia.Altro
#4

Palazzo dei Tessuti

star-5418
L'edificio più importante della piazza principale di Cracovia, il Palazzo dei Tessuti, risale a circa 800 anni fa ed in origine venne costruito per ospitare i commercianti tessili locali. Dalla sua nascita, come piccolo mercato all'aperto, ha fatto passi da gigante, mostrando una sala in stile rinascimentale di 108 metri di lunghezza!Tuttora ospita il più grande e ben fornito mercato di souvenir di Cracovia, con bancarelle al piano terra che vendono uova colorate, dipinti, gioielli di ambra, burattini di legno e prodotti biologici. La sala è magnificamente illuminata di notte. Il primo piano del Palazzo è sede dell’affascinante e rinnovata Galleria d’Arte Polacca del XIX secolo. Riaperta nel 2010, in seguito ad un restauro completo, mostra bellissimi dipinti in eleganti saloni rinascimentali. I quadri più importanti sono le due imponenti opere satiriche dell’artista polacco nazionalista Jan Matejko.Altro
#5

Centro Storico di Cracovia

star-51.688
La piazza principale di Cracovia è la più grande dell'Europa centrale ed è da sempre il centro della vita sociale, religiosa e politica della città. Sempre dominata dalle splendide arcate rinascimentali del Palazzo del Tessuto, dalla Basilica di Santa Maria e da una importante presenza di caffè e bar. Dalla piazza si dirama una serie di vicoli medievali in varie direzioni.Il centro storico ospita chiese barocche, incredibili esempi di architettura gotica, rinascimentale e barocca, così come i venticinque musei che spaziano dalla storia alle scienze, all’archeologia, alla fotografia e a tanto altro ancora. Le migliori collezioni storiche si trovano nel Museo Nazionale e nel Rynek, situato sotto il Palazzo del Tessuto.Altro
#6

Cattedrale del Wawel

star-5469
La Cattedrale di Wawel ha testimoniato le avvenute incoronazioni, i funerali e le sepolture di monarchi e di uomini importanti della Polonia nel corso dei secoli. Passeggiare tra i grandiosi monumenti funerari e sarcofagi reali è come fare un tuffo nel passato rivivendo la storia polacca. La Cattedrale è al tempo stesso uno straordinario successo artistico e spirituale della Polonia. L'edificio che ora vediamo, consacrato nel 1364, è il terzo costruito sullo stesso luogo.La prima cattedrale fu fondata poco dopo la fine del primo millennio dal re Boleslao Chrobry, in seguito sostituita dalla più grande costruzione romanica nel 1140. Dopo l’incendio del 1305, solamente la cripta di San Leonardo si salvò. L'attuale cattedrale è fondamentalmente una struttura gotica con cappelle di stili diversi costruite in seguito. Prima di entrare, noterete la massiccia porta di ferro e, appese su una catena a sinistra, enormi ossa di animali preistorici.Altro
#7

Monte Gubalówka

star-5628
Monte Gubalówka è una montagna sopra la città di Zakopane, nel sud della Polonia. Si tratta di una delle più popolari attrazioni turistiche della regione che offre una meravigliosa vista sui Monti Tatra e numerose attività all'aria aperta tutto l'anno. Il modo migliore per raggiungere la cima è quello di servirsi della funivia che vi porterà fino a Zakopane in soli tre minuti e mezzo. Inaugurata nel 1938, la funivia è stata ricostruita nel 2001 e ora trasporta fino a 2.000 passeggeri all'ora.Sul Monte Gubalówka si trova una rinomata stazione sciistica con circa tre chilometri di piste aperte, da inizio dicembre all’aprile successivo. In aggiunta alla funicolare, c’è anche una seggiovia e uno skilift. Quando si conclude la stagione sciistica, inizia quella estiva con l’uso della bicicletta e con il fare passeggiate. Un ristorante serve piatti tradizionali, birra fredda e tè caldo tutto l'anno, con la possibilità di sostare sulla terrazza all'aperto.Altro
#8

Piazza degli Eroi del Ghetto

star-5720
Nel marzo del 1941 migliaia di ebrei di Cracovia vennero forzatamente trasferiti e rinchiusi all'interno del ghetto di Podgórze, a sud di Kazimierz. Plac Zgody, una grande piazza nel cuore del ghetto, fu il punto di partenza, durante la Seconda guerra mondiale, per gli ebrei che venivano ammassati nei treni per Paszów, Auschwitz ed altri campi di concentramento. Da allora il luogo è stato rinominato Piazza degli Eroi del Ghetto, in onore dei deportati.Oggi tutta la piazza funge da memoriale per gli ebrei di Cracovia. Progettato dagli architetti locali Piotr Lewicki e Kazimierz Latak, il memoriale si compone di settanta sedie vuote disposte a intervalli regolari in uno spazio aperto: un ricordo agghiacciante di mobili, bagagli e altri oggetti personali che hanno disseminato la piazza dopo le deportazioni finali e la demolizione del ghetto fra il 1942 e il 1943.Altro
#9

Barbican

star-51.023
Nel 1499 Cracovia era una città ricca sotto costante minaccia di attacco, soprattutto da parte degli Ottomani e così ben presto si iniziò la fortificazione della città. Il Barbican, una massiccia torre di difesa con sette guglie, in passato rappresentava l’ingresso principale alla città, mentre oggi sembra l’ingresso a un castello delle fiabe.La porta ufficiale per entrare a Cracovia era quella di San Floriano, collegata al Barbican tramite un passaggio al coperto, ma la massiccia torre e gli annessi fossati e le mura sono stati il primo luogo di ingresso nel Medioevo. Ancora oggi si entra nella città vecchia attraverso l'imponente Barbican.Altro
#10

Parco Planty

star-5995
Circondando il centro storico di Cracovia, il Parco Planty si estende per circa 4 km e copre 21 ettari. Fu inaugurato nel XIX secolo per rimpiazzare le vecchie mura della città dopo essere state distrutte. Il parco è un insieme di giardini progettati in stili diversi, collegati da passerelle e prati con un’ampia varietà di fontane e sculture. Passeggiando per il Parco è come camminare attraverso la storia di Cracovia.Attraverserete un piccolo segmento delle vecchie mura, così come la porta di San Floriano, in stile gotico, del XIII secolo, e il Barbakan, una fortezza difensiva al 1499. Altri punti di riferimento importanti sono un convento carmelitano, in passato usato come prigione austriaca, il palazzo vescovile del XVII secolo, dalla cui finestra Papa Giovanni Paolo II salutava gli abitanti di Cracovia, e la Chiesa della Madre di Dio, del 1635.Altro

Le migliori attività a Krakow