Ricerche recenti
Cancella

Attrazioni di Tolosa

Categoria

Basilica di San Sernin (Basilique Saint-Sernin)
star-4.5
255
3 tour e attività

L'antica bellezza romanica che è la Basilica di San Sernin (Basilique Saint-Sernin) era una volta una chiesa abbaziale risalente al 1190 circa. In effetti, la basilica è l'edificio romanico più completo di Francia. La sua insolita torre a otto lati e cinque livelli fu aggiunta nel XIII secolo e fu sormontata da una guglia 200 anni dopo. St. Sernin è enorme, costruito in mattoni e caratterizzato da absidi e cappelle arrotondate, botti svettanti e soffitti a volta a costoloni, nonché un ambulacro circondato da cappelle che circonda la navata.

La basilica era una tappa importante per i pellegrini in viaggio verso Santiago de Compostela e ospita la tomba di San Sernin sotto un sontuoso baldacchino del XVIII secolo.

Scopri di più
Fiume Garonna
star-5
99

Scendendo dai Pirenei spagnoli fino alla costa atlantica della Francia, la Garonna è il fiume più importante della Francia sud-occidentale. Attraversando due grandi città, Tolosa e Bordeaux, la Garonna sfocia anche nell'estuario della Gironda, il più grande del suo genere in Europa.

Scopri di più
Canal du Midi
star-5
131

Il canale più lungo e antico della Francia, il Canal du Midi è sia un'impresa di ingegneria civile che una popolare destinazione turistica nella regione meridionale dell'Occitania. Costruito dall'ingegnere Pierre-Paul Riquet alla fine del XVII secolo, il corso d'acqua di 240 chilometri collega il Mediterraneo con l'Oceano Atlantico attraverso il Canale della Garonna.

Scopri di più
Castello di Carcassonne (Cité de Carcassonne)
star-5
29

In quanto ex sede dei Conti di Carcassonne, la cittadella di Carcassonne (Cité de Carcassonne) è un patrimonio mondiale dell'UNESCO e uno dei monumenti storici più visitati della Francia. Arroccata su una collina sopra il fiume Aude, la cittadella fortificata è coronata dallo Château Comtal.

Scopri di più
Place du Capitole
star-5
144
3 tour e attività

Place du Capitole, un enorme spazio pedonale aperto nel cuore di Tolosa, funge da piazza principale della città. Affiancata da imponenti edifici municipali, la piazza comprende la lunga facciata neoclassica del Capitole, il municipio, costruito negli anni '50 del Settecento. I caffè si raggruppano anche intorno al bordo dell'enorme piazza, che ospita mercati all'aperto ed è illuminata di notte.

Oltre alle funzioni amministrative, l'edificio in mattoni rosa del Capitole ospita anche il teatro dell'opera Théâtre du Capitole, nonché il Salles des Illustres, che comprende molti dipinti del XIX secolo dei famosi cittadini della città.

Sul lato occidentale della piazza è una serie di portici coperti; guarda in alto mentre cammini per vedere la storia di Tolosa rappresentata sui pannelli del soffitto, dalla preistoria all'odierna industria aeronautica.

Scopri di più
Museo Les Abattoirs
star-4.5
122
1 tour e attività

Un ex macello ha avuto una prospettiva molto più positiva al Museo Les Abattoirs, ora una vetrina d'arte contemporanea per Tolosa e la regione del Midi-Pirenei. La collezione Modern Capital è incentrata sul periodo della seconda guerra mondiale e sugli anni '50.

La collezione permanente del museo include un'opera a grandezza naturale di Picasso, mentre i suoi vari spazi espositivi espongono opere d'arte contemporanee che promettono di confrontarsi, sfidare e ispirare. Questo spazio fantasiosamente restaurato ospita anche una vasta gamma di esposizioni culturali.

Scopri di più
Cattedrale di Tolosa (Cathedrale St-Etienne)
star-5
132
2 tour e attività

Costruita in mattoni rossi in un mix di stili nel corso dei secoli, la Cattedrale di Tolosa (Cathedrale St-Etienne) è la sede dell'arcivescovo di Tolosa. L'edificio è, infatti, un misto di due chiese, costruite su assi differenti e in stili differenti. La navata in particolare è sminuita dal coro più recente.

Mentre centinaia di anni di ristrutturazioni e aggiunte hanno lasciato l'edificio un po 'fuori posto e incompleto, con un tetto spiovente e mattoni non corrispondenti, la cattedrale ha diversi punti di interesse, tra cui un bellissimo rosone risalente al 1230.

Scopri di più
Pont Neuf
star-4.5
126
2 tour e attività

Il ponte Pont Neuf in mattoni e pietra è stato costruito per diversi decenni tra il 1544 e il 1632.

Il ponte è costituito da una serie di graziosi archi bassi, ciascuno bordato di pietra e decorato con nicchie circolari in ogni molo. È interessante notare che gli archi del ponte non sono simmetrici e il livello aumenta leggermente quando i due lati si incontrano sull'arco centrale.

Gli archi e le nicchie del Pont Neuf sono illuminati dal basso di notte e le splendide viste di Tolosa di giorno rendono una passeggiata attraverso il ponte un'esperienza essenziale di Tolosa.

Scopri di più
Aeroscopia
star-4.5
176

Opportunamente situato appena a nord dell'aeroporto di Tolosa e vicino alla fabbrica Airbus, il museo dell'aviazione Aeroscopia presenta un'ampia varietà di mostre relative all'aviazione. Qui i visitatori di tutte le età possono apprendere di tutto, dalla progettazione degli aeroplani al controllo del traffico aereo in un ambiente divertente e interattivo.

Scopri di più
Albi
star-5
19

La città di mattoni rossi di Albi è sinonimo del famoso artista nato qui nel 1864, Henri de Toulouse-Lautrec. Ciò rende il Museo Toulouse-Lautrec della città perfetto, poiché vanta più opere del minuscolo impressionista che in qualsiasi altra parte della terra.

Il pittore è meglio conosciuto per i suoi poster e le opere che approfondiscono il demi-monde di Parigi, e al museo vedrai come Lautrec ha sviluppato le sue opere da schizzi a matita in dipinti completati.

Il museo si trova vicino alla casa natale di Toulouse-Lautrec e ospita anche opere dei suoi contemporanei come Degas, Matisse e Rodin.

Mentre sei ad Albi, assicurati di visitare la massiccia cattedrale gotica, Ste Cecile, accanto al museo, e fai una passeggiata attraverso le strette strade medievali della città.

Scopri di più

Altre attività a Tolosa

Castelli di Lastours (Châteaux de Lastours)

Castelli di Lastours (Châteaux de Lastours)

star-5
1

A nord di Carcassonne, a poco più di due ore da Tolosa, si trovano i castelli di Lastours (Châteaux de Lastours). Non molto più che rovine ora, durante l'apice del Catarismo nel XIII secolo questi quattro castelli hanno svolto un ruolo importante nella difesa, nell'accesso e nel passaggio attraverso l'area.

I castelli di Lastours hanno ciascuno un nome: Cabaret, Quertinheux, Surdespine e Tour Régine. Forse la cosa più sbalorditiva per i visitatori è la loro posizione, situata su un crinale allarmantemente stretto. Altrettanto sorprendente è che gli archeologi continuano a trovare manufatti storici vicino ai castelli che ci dicono di più sui Catari.

Scopri di più
Museo di Augustins (Musée des Augustins)

Museo di Augustins (Musée des Augustins)

star-5
47
1 tour e attività

Ospitato in un ex monastero agostiniano, l'ampia collezione del Museo di Augustins (Musée des Augustins) riunisce dipinti e sculture dall'epoca medievale al XX secolo. I suoi interni gotici e i chiostri del XIV secolo fanno da sfondo meraviglioso alle opere di maestri francesi come Ingres, Delacroix, Corot, Courbet e lo stesso Toulouse-Lautrec.

La collezione comprende anche opere di altri artisti europei, tra cui Perugino, Crespi, Reni, Rubens e Murillo. Visita i chiostri per ammirare il giardino medievale e non perderti le sculture di Rodin o la collezione di doccioni romanici.

Scopri di più
Museo Toulouse-Lautrec (Musée Toulouse-Lautrec)

Museo Toulouse-Lautrec (Musée Toulouse-Lautrec)

star-5
10

La Cattedrale di Albi, con il suo Palais de la Berbie simile a una fortezza, porta gli appassionati di architettura e gli appassionati di storia catara in questa piccola città nel sud-ovest della Francia. Ma c'è anche un altro motivo per visitarlo: il sorprendente Museo Toulouse-Lautrec (Musée Toulouse-Lautrec), che espone oltre un migliaio delle sue opere.

Henri Marie Raymond de Toulouse-Lautrec-Monfa è meglio conosciuto per aver catturato la decadenza fin-de-siecle della fine del XIX secolo nel quartiere artistico e bohémien di Montmartre, in particolare al cabaret del Moulin Rouge. Ma ha avuto successo anche in altri media e il Museo Toulouse-Lautrec è un modo fantastico per dare uno sguardo approfondito alla sua prolifica carriera.

Scopri di più
Space City (Cite de l'Espace)

Space City (Cite de l'Espace)

star-4.5
42
1 tour e attività

The Space City (Cite de l'Espace) ti consente di realizzare i tuoi sogni di visitare lo spazio senza dover subire anni di addestramento da astronauta. Qui puoi esplorare l'interno di una stazione spaziale o di un razzo spaziale; prova una tuta spaziale; e prova la sensazione di camminare sulla luna.

Scopri di più
Cattedrale di Albi

Cattedrale di Albi

star-5
9

La Basilique Cathédrale Sainte-Cécile d'Albi, conosciuta in inglese come la Cattedrale di Albi (o, più formalmente, come la Basilica Cattedrale di Santa Cecilia), sembra un po 'diversa dalla maggior parte delle chiese in Francia. Innanzitutto, è realizzato in mattoni di argilla anziché in pietra, dandogli una tonalità rosata anziché grigia. Il secondo e ancora più evidente è il campanile, che sembra più un belvedere di fortezza che le solite guglie finemente intagliate a cui i visitatori possono essere abituati.

C'è una ragione per la sua presenza fortificata: fu costruita dopo che la Chiesa sconfisse i Catari, il cui desiderio di creare una nuova chiesa era considerato eretico. Sebbene il sito avesse ospitato altri siti religiosi (incluso uno bruciato nell'anno 666!), È questo che è rimasto dalla sua costruzione nel XIII secolo. Incluso nel parco è il Palazzo Berbie, dove un tempo vivevano i vescovi e dove oggi si trova il Museo Toulouse-Latrec.

Scopri di più
Grotta di Lombrives (Grotte de Lombrives)

Grotta di Lombrives (Grotte de Lombrives)

Unisciti al numero incalcolabile di viaggiatori che sono passati attraverso la Grotta di Lombrives (Grotte de Lombrives), utilizzata dagli esseri umani fin dal Neolitico. Il sistema di grotte, situato vicino al confine spagnolo nei Pirenei, è tra i più grandi dell'Europa occidentale ed è noto per le sue caverne, formazioni rocciose e cristalli.

Scopri di più
Montagne nere (Montagne Noire)

Montagne nere (Montagne Noire)

Parte del parco regionale dell'Alta Linguadoca e la punta sud-occidentale del Massiccio Centrale, le Montagne nere (Montagne Noire) sono una catena montuosa che si sovrappone a quattro dipartimenti francesi: Tarn, Hérault, Haute-Garonne e Aude. La zona è chiamata Monti Neri per via della fitta foresta che ricopre tutto il suo versante settentrionale, in estremo contrasto con il versante meridionale tipicamente mediterraneo, ricoperto di macchia e ulivi.

Le montagne nere culminano a 3.969 piedi (1.210 metri) di altezza con Pic de Nore, da cui i visitatori possono ammirare lo splendido panorama che si estende fino al Mar Mediterraneo e ai Pirenei nelle giornate limpide.

Le montagne sono a diversi siti di interesse archeologico, a cominciare da Grotte de Limousis, la più imponente grotta sviluppata nel dipartimento. La grotta è composta da otto camere (una delle quali contiene un'eccezionale formazione di cristallo di aragonite a forma di lampadario alto 4 metri) e una serie di cinque barriere stalagmitiche. Questa grotta è stata utilizzata fin dall'età preistorica, mentre nelle vicinanze si trova il Gouffre de Cabrespine, una delle più grandi grotte naturali del mondo aperte al pubblico. Infine, l'Oppidum de Berniquaut è un sito archeologico con una storia che risale a 30.000 anni fa. Un sito di trekking consente ai visitatori di esplorare i resti e imparare di più sulla vita com'era dall'era neolitica al 13 ° secolo.

Scopri di più
Basilica di Nostra Signora del Daurade (Notre-Dame de la Daurade)

Basilica di Nostra Signora del Daurade (Notre-Dame de la Daurade)

Le colonne e i frontoni neoclassici della Basilica di Nostra Signora della Daurade (Notre-Dame de la Daurade) sono uno spettacolo impressionante sul lungofiume di Tolosa. Le migliori viste si possono trovare dal fiume stesso o sulla sponda opposta del fiume Garonna.

La storia della chiesa risale al 410 d.C., quando fu convertito un tempio pagano, ma l'edificio attuale è in realtà del XIX secolo. Qui vengono organizzati concerti di musica classica e orchestrale, con la musica del famoso organo a coda della basilica.Quando fai una passeggiata intorno alla struttura, cerca la cappella, che ospita la rara Madonna Nera di Tolosa.

Scopri di più
Regione vinicola di Fronton

Regione vinicola di Fronton

Fronton non è semplicemente l'ennesima regione vinicola francese; lungi dall'essere banale, è considerata una delle più antiche produzioni vinicole del paese, essendo nata durante l'Impero Romano. Ora copre oltre 20 comuni e 5.090 acri (2.060 ettari) di terreno asciutto e sabbioso che è controbilanciato dal tempo soleggiato e dall'alta quota. Situati nelle valli che si affacciano sul fiume Tarn appena a nord di Tolosa, i vini Fronton hanno ottenuto il riconoscimento internazionale solo nel XVIII secolo, una volta tolte le pesanti tasse sui vini che attraversavano Bordeaux per l'esportazione verso i mercati esteri.

Fronton è una denominazione (che fino al 2005 si chiamava Côtes du Frontonnais) per i vini rossi e rosati prodotti prevalentemente (almeno il 50 per cento) da vitigni Negrette, una varietà quasi endemica della zona, essendo stata esaltata dall'uva mavro portata da Cipro nel 1300. Altre varietà incluse nella realizzazione di Fronton sono un trio di cabernet sauvignon, cabernet franc e syrah, che conferiscono ai vini aromi distinti di frutti di bosco e sfumature speziate. I Red Frontons raggiungono la loro pienezza da quattro a sette anni dopo la produzione.

Scopri di più
Regione vinicola di Cabardès

Regione vinicola di Cabardès

Sebbene non sia la denominazione di vino più famosa né più popolare nel sud della Francia, Cabardès non è nemmeno da trascurare. Rannicchiato nelle aride colline che circondano la fortezza medievale di Carcassonne, Cabardès ha una gamma sorprendentemente ampia di sapori a seconda del clima, poiché la denominazione di 1.360 acri (550 ettari) si trova sulla cuspide tra la Linguadoca-Rossiglione e il Sud- Regioni occidentali. Questa duplicità di sapori, aromi, climi e paesaggi può essere facilmente percepita nei vini Cabardès, con una notevole presa bordolese, ma una profondità tipicamente della Linguadoca.

La produzione di vino rimase relativamente locale qui fino al completamento del Canal du Midi nel 1681, che rivoluzionò completamente i metodi di vinificazione nella regione, rendendo istantaneamente l'esportazione una parte importante del gioco.

Ma nonostante le origini medievali di Cabardès, la denominazione è una delle più giovani in Francia, essendo diventata ufficiale solo nel 1999, una neonata per gli standard enologici. I vini sono gli unici a mescolare un minimo del 40% di varietà atlantiche (come merlot e cabernet) e il 40% di varietà mediterranee (come syrah e grenache), con il restante 20% costituito da côt e / o fer servadou, una composizione unica accentuato dai venti dominanti di questa regione montuosa. Ad oggi, ci sono più di 300 produttori di vino a Cabardès, la maggior parte dei quali ha cantine e vigneti aperti al pubblico.

Scopri di più
Castello di Puymartin (Chateau de Puymartin)

Castello di Puymartin (Chateau de Puymartin)

Situato tra Sarlat e Les Eyzies, l'imponente castello di Puymartin presenta una miscela di stili architettonici che abbracciano secoli. Gli interni sono pieni di dipinti e mobili maestosi: troverai persino una stanza decorata interamente con scene in scala di grigi della mitologia greco-romana.

Scopri di più
Foresta felice

Foresta felice

Un luogo popolare per attività di team building, Happy Forest è un centro di intrattenimento all'aperto che offre una varietà di attività, dallo zorbing ai corsi di corde. C'è una stanza di fuga, così come una varietà di animali da cortile e sono disponibili cavalcate su pony per i visitatori più giovani.

Scopri di più

icon_solid_phone
Prenota online o chiama
+39 22 331 2036
+39 22 331 2036